Riscatto Candreva: La Lazio in ansia, l’Udinese vacilla…

Riscatto Candreva: La Lazio in ansia, l’Udinese vacilla…

Il rischio è che si crei una telenovela, le puntate sono già in aumento, le dichiarazioni si rincorrono ogni giorno. Candreva, sempre lui. Le intenzioni sono buone, ma i fatti? La realtà si conoscerà entro un mese. Lotito è vigile, si guarda alle spalle, si guarda da tutti, fidarsi è…

Il rischio è che si crei una telenovela, le puntate sono già in aumento, le dichiarazioni si rincorrono ogni giorno. Candreva, sempre lui. Le intenzioni sono buone, ma i fatti? La realtà si conoscerà entro un mese. Lotito è vigile, si guarda alle spalle, si guarda da tutti, fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. A Milano, storia di dieci giorni fa, il patron s’era trovato in sintonia con Pozzo: 8,5 milioni per riscattare Candreva, erano queste le indiscrezioni. Cos’è cambiato da allora? L’ombra della Juve s’è allungata, il pressing è iniziato, il prezzo sta salendo. La posizione. Un antipasto di mercato è stato servito ieri a Milano, al Wyscout Forum s’aggirava Cristiano Giaretta, il diesse dei friulani, è stato interpellato sui casi più interessanti: «Candreva e Cuadrado? Ne stiamo parlando con Lazio e Fiorentina, ci aspettiamo di trovare una soluzione che porti al riscatto da parte dei due club. Pericolo buste? Al momento no perché vogliamo trovare una soluzione, ovviamente non possiamo escluderlo in maniera definitiva, le buste arrivano proprio nel momento in cui meno te le aspetti…» . Giaretta, 24 ore dopo Pozzo, è tornato sull’argomento Candreva senza escludere il pericolo buste (l’ultimo termine per risolvere le comproprietà è il 20 giugno). L’Udinese resta alla finestra, non si sbilancia, prova a stare in equilibrio sul mercato. Lotito è certo del riscatto, è pronto a fare fuoco e fiamme se Pozzo gli metterà i bastoni tra le ruote. Candreva ha già detto sì alla Lazio nei mesi scorsi, ma alla porta dei suoi manager si fanno vivi in tanti, anche ricchi club internazionali, non solo la Juventus. Lotito, tecnicamente, farà leva su quel sì, dovrà giocarsi questa carta, può chiudere il riscatto senza il consenso dell’azzurro, senza un altro assenso.

 

 

La chiave. Candreva è una chiave di mercato, dal suo riscatto dipendono tante strategie in entrata e in uscita. Se resterà a Roma vorrà dire che la Lazio avrà sborsato una cifra alta: euro in più, euro in meno sui dieci milioni. Se sarà l’Udinese a riscattarlo, i soldi incassati dovranno essere reinvestiti bene. Reja non prescinde da lui, lo considera al centro del progetto, è l’uomo che ha rilanciato durante la sua prima avventura laziale, è l’uomo che ha ritrovato a Roma in piena maturità, s’è goduto la sua esplosione. Nei colloqui società-allenatore si discute anche di Antonio, non può essere diversamente. Candreva è un pezzo unico, perderlo creerebbe un danno tecnico difficilmente colmabile. Le prossime settimane saranno lunghe, che il mercato continui senza brutte sorprese.  (Corriere dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy