Un attaccante per il futuro, un altro per l’immediato

Un attaccante per il futuro, un altro per l’immediato

ROMA – Un attaccante per il futuro, un altro per l’immediato. Dopo aver preso (accordo già perfezionato) Filip Djordjevic per la prossima stagione (il serbo arriverà a giugno a parametro zero), la Lazio è vicina ad assicurarsi un’altra punta per gennaio, da utilizzare nella seconda parte di questa stagione e,…

ROMA – Un attaccante per il futuro, un altro per l’immediato. Dopo aver preso (accordo già perfezionato) Filip Djordjevic per la prossima stagione (il serbo arriverà a giugno a parametro zero), la Lazio è vicina ad assicurarsi un’altra punta per gennaio, da utilizzare nella seconda parte di questa stagione e, forse, anche dopo. Si tratta dello svedese John Guidetti, ventunenne attaccante del Manchester City, dove però non trova spazio. Proprio per questo gli inglesi hanno deciso di cederlo in prestito. E, non avendo bisogno di monetizzare, quelli del City potrebbero dare l’ok ad un prestito gratuito o quantomeno non particolarmente oneroso. La Lazio così ci sta pensando, anche perché il reparto avanzato biancoceleste si è finora mostrato piuttosto carente tra i ripetuti infortuni di Klose, la difficile crescita di Perea e l’appannamento di Floccari.

Erede di Ibra – Guidetti, prima punta dal fisco possente, è il classico uomo d’area che dà il meglio di sé davanti alla porta avversaria. Una tipologia di attaccante che, dopo la cessione di Kozak, alla Lazio manca. Guidetti, peraltro, potrebbe rivelarsi qualcosa di molto più interessante. In Svezia lo consideravano l’erede di Ibrahimovic: non a caso un club importante come il Manchester City lo prese quando aveva solo 16 anni. Due stagioni fa, in prestito al Feyenoord, fece 20 gol in 23 partite di campionato. Poi, però, al rientro al City un virus intestinale lo mise k.o. al punto da costringerlo ad uno stop di sei mesi, facendogli perdere l’intera scorsa stagione. Ha origini italiane (il nonno era di Ferrara) e a Roma verrebbe di corsa, anche perché la sua famiglia ha un appartamento nella capitale. Per la Lazio potrebbe insomma essere un buon affare. Certo, c’è l’incognita delle condizioni fisiche. Ma da Manchester giurano che Guidetti sia tornato quello del Feyenoord. Un indizio che le cose stiano effettivamente così può essere la doppietta che nei giorni scorsi Guidetti ha messo a segno con la Svezia under 21 a Malta.

 

Idea Ariaudo – Intanto la Lazio continua a monitorare il mercato a tutto tondo. Oltre all’attacco c’è da puntellare pure la difesa. Le piste calde sono quelle dell’argentino Musacchio (Villarreal) e dell’austriaco Hinteregger (Salisburgo), ma c’è anche un’ipotesi interna che porta ad Ariaudo, in uscita dal Cagliari. E poi c’è il mercato per il futuro. Il d.s. Tare ha messo gli occhi sul ventenne connazionale Tace. E’ un mediano, gioca nel Paok Salonicco ed è titolare dell’Albania under 21. E’ seguito per il prossimo mercato estivo. (GdS)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy