Vitesse-Lazio, si gioca anche il rinnovo di de Vrij

Vitesse-Lazio, si gioca anche il rinnovo di de Vrij

Il difensore olandese pronto a firmare in patria il prolungamento sino al 2020, grazie all’accordo con la Seg dopo la cessione di Hoedt

ROMA – Girano tutti tranne lui. Nonostante il turnover, de Vrij in patria non si muoverà dal centro della difesa. Inzaghi riparte da lui, Stefan fa per tre e fa rendere al massimo anche chi sta ai suoi fianchi. Per questo anche la Lazio vuole ripartire a tutti i costi da lui per il futuro. Primi contatti con la Seg già domenica all’Olimpico, dopo la prova monumentale del centrale orange. Ma adesso l’appuntamento decisivo con la sua agenzia è proprio a Vitesse. Giovedì non solo dovrà arrivare la prima vittoria all’esordio in Europa League, ma anche quella sul rinnovo di de Vrij. Lotito e Tare sono fiduciosi perché contano su una promessa ricevuta dall’entourage in occasione del via libera alla cessione di Hoedt. Se non ci saranno voltafaccia, l’accordo per il prolungamento sino al 2020 dovrebbe arrivare con una clausola da 25 milioni. La società biancoceleste partiva da 35, la Seg addirittura da 15, a metà strada dovrebbe esserci la fatidica fumata bianca. Che non garantirà però l’assoluta permanenza. Perché ci sarebbero già diversi club – Inter e Juve su tutti – pronti a sfruttare l’opzione. Molto dipenderà dalla condizioni fisiche di de Vrij e quindi dal resto della stagione. In ogni caso a un anno dalla scadenza 2018, la Lazio perderebbe poi sì Stefan a malincuore, ma con una plusvalenza quasi totale (già ammortizzati i 7,5 milioni spesi 4 anni fa) sarebbe diverso il sapore: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy