Ciro il Grande, una rosa al Sol e la Lazio fa il pieno

Ciro il Grande, una rosa al Sol e la Lazio fa il pieno

Il guizzo dell’attaccante campano regala un altro successo alla Lazio

ROMA – Felipe Anderson è ai box ed Inzaghi si affida a Keita ed Immobile per fare breccia nella difesa del Malaga, ultimo test internazionale prima della Supercoppa italiana contro la Juventus.  Un segnale importante per il senegalese ancora un tesserato della Lazio, ma il cui futuro è appeso a un filo tra la Vecchia Signora e l’Inter di Spalletti. Marusic preferito a Basta mentre a centrocampo già conferme del trio anti-Juventus con Parolo e Milinkovic a supporto di Lucas Leiva a cui Inzaghi ha affidato il cervello della mediana. Le squadre arrivano con due ruolini di marcia diversi: la Lazio ha fatto il pieno di vittorie in precampionato mentre il Malaga ha perso tutte e cinque le partite disputate e ci tiene a fare bella figura tra le mura amiche.

MILINKOVIC SOTTO TONO KEITA COME TOMBA – Avvio shock per il numero 21 della Lazio che sbaglia tutti i passaggi nei primi quindici minuti della sfida, bene invece Wallace sempre bravo a chiudere le linee di passaggio degli avversari. L’occasione più ghiotta capita sulla testa di Borja Baston ma il pallone termina alto sopra la traversa. Magliette troppo simili per le due squadre che creano non poche difficoltà alla manovra. Keita si fa vedere con un tiro dal limite dell’area alto sopra la traversa: egoista il senegalese che poteva servire due compagni meglio posizionati verso la via della rete. La perla nera si fa notare ancora: slalom gigante ma il suo pallonetto supera Roberto e sbatte sul palo.

MOTORINO MARUSIC – L’ex Ostenda non ha tanti timori reverenziali e sfiora il gol in due occasioni: la prima conclusione viene deviata in corner, mentre sulla botta di controbalzo dal limite dell’area è un gatto Roberto a sventare la conclusione destinata all’angolino basso. Immobile toccato in area di rigore, ma per l’arbitro Lopez il contatto è avvenuto fuori dall’area. Regia molto casalinga che non permetteva la visione dei replay soprattutto per le azioni offensive della Lazio.

STRAKOSHA NUMBER ONE – L’estremo albanese sta dimostrando di meritare il posto da primo portiere: ipnotizza Adrian a tu per tu con lui, grazie ad una parata eccezionale. Bravo e reattivo in uscita anche all’inizio e lancia segnali sempre più confortanti sulla sua crescita.

SEMPRE CIRO – La Lazio passa nella ripresa: lancio perfetto di Leiva per Immobile che arriva a tu per tu con Roberto superato da un pallonetto di Juankar pressato dal folletto napoletano. Lazio cinica e ordinata con un Wallace impeccabile in difesa insieme a Bastos chiamato a sostituire Radu uscito per qualche problema fisico alla mezzora del primo tempo. L’angolano non sarà a disposizione per la sfida contro la Juventus per squalifica, ma ha dato ottime indicazioni. Se son rose fioriranno, ma la Lazio fa il pieno di vittorie: un buon viatico al cospetto della Signora sconfitta dal Tottenham per 2 a 0.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy