Decadenza Lotito, Avv.Gentile: “E’ una forzatura per creare problemi a Lotito”

Decadenza Lotito, Avv.Gentile: “E’ una forzatura per creare problemi a Lotito”

ROMA – Come ricorda Repubblica.it, Lotito deve fare i conti la Federsupporter (Associazione che riunisce soggetti interessati alla vita sportiva in qualità di piccoli azionisti o di sostenitori di società e associazioni sportive). L’accusa di qualche giorno fa del presidente Alfredo Parisi: “In sostanza, secondo l’articolo 22 bis, non si…

ROMA – Come ricorda Repubblica.it, Lotito deve fare i conti la Federsupporter (Associazione che riunisce soggetti interessati alla vita sportiva in qualità di piccoli azionisti o di sostenitori di società e associazioni sportive). L’accusa di qualche giorno fa del presidente Alfredo Parisi: “In sostanza, secondo l’articolo 22 bis, non si può ricoprire una carica di dirigente di una società o associazione qualora ci sia stata una condanna per una serie di reati tra cui c’è anche il 173 del T. U. F. che riguarda il presidente Lotito. Immagino che il soggetto lo abbia già comunicato alla Federcalcio ma per essere sicuri con l’avvocato Rossetti faremo una comunicazione di notifica della avvenuta emissione di questa sentenza affinché si rispetti questo regolamento”. Si riferisce alla sentenza della Corte di Cassazione dello scorso gennaio che sancì la prescrizione per Claudio Lotito e Roberto Mezzaroma, accusati di aggiotaggio e ostacolo agli organi di vigilanza per la vicenda della compravendita dei titoli della Lazio risalente al 2005, e la rideterminazione della Corte di Appello di Milano della pena per l’omessa alienazione di partecipazioni.

 

LA DIFESA DELL’AVV. GENTILE: “SOLO UNA FORZATURA, NON CI SONO RISCHI”  –  La risposta del club arriva attraverso il legale Gian Michele Gentile: “Si tratta di una forzatura che sta facendo la Federsupporter per creare problemi a Lotito. Finché non c’è una condanna, che dovrà essere determinata dalla Corte di Appello di Milano, non si può iscrivere questa sentenza nemmeno al casellario giudiziale. Solo dopo la condanna con pena si potrà affrontare questo discorso, che peraltro sta subendo una logica rivisitazione visto che al momento le norme in questo ambito sono molto generiche e senza tetti. Si sta valutando quali siano i reati effettivamente meritevoli di decadenza ed è probabile che in sede di rivisitazione delle regole questi vengano specificati. Considerando anche come viene trattata la materia in altre sedi, al momento mi sento di escludere che la decadenza possa essere un rischio reale. I tempi? Abbiamo presentato un’istanza per un errore di fatto nella sentenza. Quindi aspettiamo che la Cassazione si pronunci si tale istanza, poi gli atti dovranno andare a Milano e solo a quel punto sarà fissata la data del processo. Se ne parlerà probabilmente in autunno“. (Repubblica.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy