EUROPA / I laziali di nuovo sotto inchiesta

EUROPA / I laziali di nuovo sotto inchiesta

L’Uefa apre un procedimento per i “buh” razzisti dei tifosi a Praga. Olimpico a rischio chiusura ma verdetto atteso dopo la gara di ritorno

Uefa

ROMA – L’Uefa ha aperto due procedure dopo la partita di Europa League tra Sparta Praga e Lazio di giovedì scorso. La commissione disciplinare – scrive iltempo.it – si riunirà il 22 marzo per prendere in esame il referto del direttore di gara, cinque giorni dopo la sfida di ritorno degli ottavi di finale che le due squadre affronteranno allo stadio Olimpico di Roma.Il club biancoceleste è sotto accusa per «comportamento razzista, cori illeciti e striscione illecito», ma nel mirino dell’arbitro spagnolo Mallenco sono finiti anche i tifosi dello Sparta Praga per uno striscione illecito e l’uso di fuochi d’artificio.I precedenti non depongono a favore di parte dei tifosi della Lazio che nel recente passato si sono resi protagonisti di cori razzisti contro il difensore del Napoli Koulibaly; il giudice sportivo dopo la sfida contro i partenopei ha chiuso la Curva Nord per due turni (Chievo e Sassuolo) dopo aver letto il referto dell’arbitro Irrati.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy