Attimi di tensione a Modena, presidente e direttore generale assediati e intimiditi da alcuni ultras

Attimi di tensione a Modena, presidente e direttore generale assediati e intimiditi da alcuni ultras

Fumata nera per la cessione della società

1 Commento

MODENA – Attimi di paura nella sede del Modena Calcio. Erano da poco passate le 20 quando il presidente, Antonio Caliendo, e il direttore generale, Claudio Anellucci, sono stati aggrediti da un gruppo di 50 ultras. Un pomeriggio che si era concluso tranquillamente dopo l’ennesima riunione fiume con colui che da diversi mesi è stato identificato come possibile compratore della società, Carmelo Salerno. Una riunione che ha prodotto l’ennesima fumata nera, quella presumibilmente decisiva. Passato qualche minuto è però cominciato un vero e proprio assedio. Il commando composto da 50 individui ha divelto porte, frantumato vetri, intimidito lo stesso Caliendo chiuso in una stanza grazie al pronto intervento di Claudio Anellucci, lucido nello barricare l’entrata spostando un armadio. Il gruppo, non soddisfatto, ha anche fatto il suo ingresso sul campo verde del Braglia, con alcuni pitbull legati al guinzaglio, distruggendo le porte.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. andrea.bargell_16 - 2 settimane fa

    RIPROVIAMO !!
    La violenza, anche contro un personaggio estremamente spregevole come il “signore” caliendo (minuscolo), è sempre condannabile, ma il “signore” caliendo DEVE essere obbligato a mollare l’osso.
    Chiaramente il “signore” mammut, babbut e figliut deve andarsene senza pretendere nulla …anzi: ha arrecato immensi danni morali, economici e di IMMAGINE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy