Il “Sodalizio” appoggia la protesta…

Il “Sodalizio” appoggia la protesta…

FLASH – Il “Sodalizio” biancoceleste ha deciso di appoggiare la proposta della Nord: lasciare lo stadio vuoto in occasione del match fra Lazio e Atalanta. “Come Associazione Sodalizio sosteniamo questa protesta, una protesta giusta e molto intelligente,dimostrare che il Tifoso Laziale puo’ riempire lo stadio come puo’ “svuotarlo”è una grande…

FLASH – Il “Sodalizio” biancoceleste ha deciso di appoggiare la proposta della Nord: lasciare lo stadio vuoto in occasione del match fra Lazio e Atalanta.

Come Associazione Sodalizio sosteniamo questa protesta, una protesta giusta e molto intelligente,dimostrare che il Tifoso Laziale puo’ riempire lo stadio come puo’ “svuotarlo”è una grande iniziativa.

Queste proteste hanno una “storicità” che sicuramente tutti ricorderanno. Proprio nel 2010 esattamente il 27 Febbraio nella partita Lazio-Fiorentina ci fu una protesta per non entrare allo stadio. Riusci bene anche se i “soliti” giornalisti di quel periodo (che poi sono gli stessi di oggi…) non diedero molta rilevanza al quel tipo di protesta.

Noi come Associazione Sodalizio stavamo fuori dallo stadio, certo… vedevamo molti ma non tantissimi tifosi entrare  nel settore Tribuna Tevere “fregandosene” di quella giusta  protesta.

Come scritto,  i “giornalisti” non gli diedero molto peso, anche se gli spettatori non arrivavano neanche a ottomila.

Questo tipo di proteste sono molto “costruttive”, valgono piu’ di mille cori o mille slogan. Ritornando sulla storicità di questo tipo di protesta c’è da ricordare un Lazio-Perugia del 1982 esattamente il 21 marzo.

Una giornata primaverile , forse la prima  forma di contestazione dei tifosi in questa “assenza”.Un’ assenza a non entare allo stadio,soprattutto in curva. Anche li’ riusci solo per il gruppo che aveva deciso questa forma di sciopero, cioè gli Eagles Supporters, gruppo che molti di noi  hanno visto nascere e ne hanno fatto parte . Quella domenica andai a “vedere” la partita, insieme al gruppo Eagles, alla famosa “Madonnina” di MonteMario. Un posto “affollato” da “portoghesi” che da quella collina potevano vedere (anche se da molto lontano) la partita “gratis”.

Entrammo allo stadio solo a quindici minuti dalla fine, ovviamente in curva nord.

Era una protesta contro la dirigenza ed i Calciatori dell’epoca. Esponenno lo striscione che potete vedere nella foto.

Come sempre nel presente c’è sempre traccia del passato.

Antonio Grinta Associazione Sodalizio Lazio Veterani”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy