L’OPINIONE / Acerbis a LSR: “La Lazio non sta giocando male, manca la buona sorte”

L’OPINIONE / Acerbis a LSR: “La Lazio non sta giocando male, manca la buona sorte”

Flash news

ROMA – Antonio Elia Acerbis, ex centrocampista biancoceleste, è intervenuto in collegamento a Lazio Style Radio, 89.3 FM. “Dei nostri tempi ho dei bei ricordi, un’esperienza incredibile. Da come è iniziata a come è finita. E’ iniziata che dovevamo andare via tutti, ci avevano retrocesso in Serie C durante il ritiro, poi ci hanno dato nove punti in meno, poi ci siamo salvati all’ultima giornata a sette minuti dalla fine con il gol di Fiorini. Successivamente siamo andati a fare gli spareggi e abbiamo perso la prima e dovevamo vincere la seconda… E’ stato un anno pieno. Poi non so perché siamo rimasti nel cuore dei tifosi, anche se eravamo in Serie B. Io con i tifosi non ho mai avuto grandi rapporti, ma non è vero che prima c’era più rapporto giocatori-tifosi. Oggi c’è più professionismo, ma non sono cambiati i rapporti con i tifosi.Il gioco del calcio è cambiato, si è evoluto: una volta c’era il passaggio indietro al portiere e il gioco era più lento, c’erano i due punti con il pareggio, ora se pareggi è come se fosse una sconfitta. Si giocava anche diversamente.Ieri contro l l’Udinese per come è andata a finire, è uscita una sconfitta. Abbiamo fatto quasi tutta la partita in undici contro dieci, un secondo tempo migliore, si poteva vincere. Ora un solo punto va sempre bene, la Lazio non sta giocando male, manca un po’ di buona sorte, ci sono degli anni che vanno male mentre altri vanno bene eppure squadra e tecnico sono gli stessi.Mercoledì arriva subito il Napoli, una squadra che tira molto in porta, ma c’entra poco, bisogna sempre vedere le squadre come sono messe in campo”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy