L’OPINIONE / Mandelli: “Lazio, finisci bene la stagione per iniziare al meglio la prossima”

L’OPINIONE / Mandelli: “Lazio, finisci bene la stagione per iniziare al meglio la prossima”

“Se Inzaghi avesse la libertà di scegliere, metterebbe in campo la formazione migliore e, con il 4-3-3, farebbe giocare sempre quella”

Inzaghi

ROMA – Paolo Mandelli, ex attaccante biancoceleste, è intervenuto in collegamento a Lazio Style Radio, 89.3FM. “Inzaghi si gioca tanto, può dare un po’ più di vigore alla squadra e ai giocatori.Nel calcio può succedere di tutto, ma ora mi sembra inverosimile che la Lazio riesca a fare un’inversione di rotta così clamorosa. Spero che Inzaghi gli faccia bene, ma ora è difficile centrare l’Europa. Bisogna pensare a onorare la maglia e, negli obiettivi individuali che restano, attaccarsi al gruppo e al nuovo allenatore, finendo bene la stagione per iniziare altrettanto bene la prossima. Pensare che in poco tempo Inzaghi riesca a dare un’impronta di gioco alla squadra mi sembra esagerata. Se avessi delle idee precise e molto forti non vorrei trasmetterle in così poco tempo, ma cercherei di trovare le cose migliori da quello che ho a disposizione per finire la stagione.C’è stato un attimo nel derby, dove bastava un niente per cambiare la direzione della gara, dove se le due traverse fossero entrate e altri episodi al 2-1 andati a finire bene, sarebbe stata un’altra partita.Considerando anche il potenziale offensivo che la squadra ha, la Lazio ha viaggiato bassa. Una squadra così deve lasciare il segno, è anche vero che il gioco fatto la scorsa stagione, con quella facilità nel concludere, quest’anno non si è ritrovato.Quando hai una motivazione così forte, questa può creare tensione e blocchi psicologici. Paradossalmente ora, fuori da tutto e senza l’alibi dell’allenatore, non resta altro che divertirsi ed esprimersi in campo al meglio. Potrebbe essere una squadra più libera, che gioca ottenendo solo quello che viene alla fine.Chi vedremo in campo ora, non lo so. Se Inzaghi avesse la libertà di scegliere, metterebbe in campo la formazione migliore e, con il 4-3-3, farebbe giocare sempre quella. Se ha impostato un altro tipo di lavoro con la società, magari possiamo vedere un po’ tutti in campo.Keita il centravanti lo può fare, sarebbe comunque un centravanti di movimento. E’ un giocatore forte, però penso che anche Pioli sia un ottimo allenatore e se il ragazzo ancora non si è imposto o non riesce a trovare continuità con nessun allenatore, evidentemente qualche problemino nel ragazzo c’è.Magari ha bisogno di più tempo per maturare, altre volte con troppo carico di responsabilità si rischia di bruciare presto”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy