POST MATCH / Allegri: “Non era facile battere la Lazio”

POST MATCH / Allegri: “Non era facile battere la Lazio”

Flash news

ROMA – Intervistato nel dopo partita di Sky, l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha analizzato la gara appena sostenuta dai bianconeri in casa della Lazio. Ecco quanto evidenziato da TuttoJuve.com.

E’ un altro passo in avanti?

“Sì, i ragazzi hanno battuto un’ottima squadra di qualità. Non era semplice, quando rincorri sprechi molte energie fisiche e mentali. E’ stata una gara solida, nella rirpesa potevamo giocare meglio, ma contava il risultato. Ora pensiamo a martedì, vogliamo il primo posto nel girone di Champions”.

Cosa ti soddisfa di più in questo periodo?

“La compattezza, la voglia di lavorare tutti insieme, di volere il risultato e non concedere. A volte hai meno possesso palla, bisogna dare la sensazione di aver solidità. Abbiamo speso molto nel primo tempo esercitando un gran pressing. Nella ripresa abbiamo fatto meno bene davanti, molto bene in difesa”.

Siete molto ordinati in entrambe le fasi. Avete recuperato diverse cose, siete quasi a pieno regime… E’ una cosa provata il pressing e la tenuta difensiva della ripresa?

“Diciamo che quando non riesci a pressare non devi concedere profondità alle spalle. La squadra capisce i momenti della partita, non puoi fare 95 minuti no stop di pressione offensiva. A volte abbiamo imbucato la palla troppo velocemente, la Lazio ci dava pressione e qualche errore tecnico c’è stato. C’è da migliorare, ma la squadra capisce. In tempi non sospetti dissi che si era creato il mito che la Juventus dovesse vincere ogni gara minimo 3-0, invece bisogna essere umili e lavorare e rientrare tra le prime 3”.

Il 3-5-2 è un valore per la tua squadra?

“Sì, perchè ho giocatori per queste caratteristiche. Dipende poi dagli esterni, Cuadrado e Alex Sandro hanno caratteristiche diverse da Lichtsteiner ed Evra. Vedremo cosa fare con Hernanes e Pereyra al rientro. L’obiettivo è mutare a gara in corso per non dare riferimenti agli avversari. Stiamo facendo bene, ma abbiamo il dovere di fare di più”.

Dybala-Mandzukic è la coppia prediletta?

“Stanno andando bene. Ma anche Morata è entrato bene, come Evra e Cuadrado. Dispiace per chi rimane fuori, ma ci sarà il momento di tutti”.

In cosa siete già ad altezza Scudetto e cosa manca ancora?

“La squadra ha ordine e una buona condizione fisica, bisogna vedere come corriamo. Dobbiamo migliorare la gestione della partita, specie quando veniamo aggrediti. Ora creiamo 3 occasioni e vinciamo, all’inizio al primo tiro subivamo gol. Non guardiamo davanti, ma abbiamo in testa i punti da fare. E’ una corsa contro i punti e non contro il tempo”.

Vincere in rimonta sarebbe bellissimo…

“Ci sono 72 punti a disposizione, il campionato è equilibrato. Dobbiamo farne parecchi visto che siamo a -7 dal primo posto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy