Si complica la pista Taison, ecco il rinnovo

Si complica la pista Taison, ecco il rinnovo

L’esterno brasiliano rinnova con il suo club per altri 4 anni. Ora la Lazio deve guardarsi intorno per decidere se insistere con lui oppure cambiare obiettivi, fermo restando la voglia di trattenere i big

ROMA – Se la Lazio lo vuole, dovrà pagarlo. Taison è uno degli obiettivi della società capitolina per il prossimo anno, nel caso in cui Keita venga ceduto. Il ds Igli Tare e il presidente Claudio Lotito sono interessati al brasiliano non solo per le sue importanti qualità tecniche e l’esperienza internazionale che vanta – per lui oltre 70 presenze nelle coppe europee -, ma anche per la ghiotta possibilità di acquistarlo a parametro zero, dato che il suo contratto era in scadenza a dicembre 2017. Era, appunto. Nel pomeriggio di oggi infatti lo Shakhtar Donetsk e Taison hanno prolungato il loro accordo per altri 4 anni e questo potrebbe rappresentare un problema per quanto riguarda il suo approdo nella Capitale, sponda biancoceleste. Pista che si complica dunque, ma che non sfuma.

Dopo aver prolungato il contratto del loro numero 28, ora il club ucraino può contare su un maggiore potere contrattuale, con le pretendenti che saranno costrette ad avanzare offerte cospicue per convincere lo Shakhtar a rinunciare al suo esterno d’attacco. La Lazio allora dovrà tutelarsi in ottica futura, scandagliando altre piste e cercando alternative di livello per sostituire Keita Baldé, il cui futuro sembra sempre più nebuloso.

ramselaar

INTERESSE PER RAMSELAAR

Un altro nome caldo dalle parti di Formello è quello di Bart Ramselaar, trequartista del PSV Eindhoven secondo ‘Il Corriere dello Sport’ il ds Igli Tare avrebbe messo gli occhi su Bart Ramselaar, trequartista classe 1996 in forza al PSV. Rispetto all’ala senegalese, che gioca in una posizione più esterna, Ramselaar predilige il gioco dietro le punte: si tratta di un giocatore assai dinamico, donato di un ottima tecnica ed un baricentro basso. Caratteristiche che hanno portato ad accostarlo al primo Mertens, anche lui con un passato come giocatore del PSV. Considerando che l’operazione potrebbe andare in porto per circa 6 milioni di euro, il centrocampista olandese diventa uno dei più papabili acquisti per quanto riguarda l’attacco biancoceleste. Ma non bisogna dimenticare qual’è stato il diktat del tecnico della Lazio Simone Inzaghi: la priorità è trattenere i big.

Keita

PLEASE, STAY HERE!

I colloqui tra Tare, Lotito e Inzaghi hanno portato sempre nello stesso punto: il mister vuole garanzie tecniche. Questo si traduce nella voglia di tenere tutti i big e impostare su di loro la costruzione della rosa per il prossimo anno. Su questo fronte però i problemi sono molteplici: per il difensore Stefan de Vrij si sono fatte avanti diverse squadre estere, tra cui l’Atletico Madrid, ed una sua permanenza alla Lazio sembra molto improbabile. Per quanto riguarda Keita la situazione è ingarbugliata, con Juventus e Milan fortemente interessate a lui. Infine, e questa notizia ve l’abbiamo data ieri, il capitano Lucas Biglia non ha ancora rinnovato e sembra interessato allo stipendio e dalle prospettive tecniche che potranno offrirgli al Milan. Insomma, la questione è complessa. Si attendono sviluppi. Nel frattempo, ecco altri nomi interessanti per il dopo-Keita: CONTINUA A LEGGERE

13

 

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy