Tare: “Aprire un ciclo vincente? Lavorare a Roma non è semplice e vi spiego perchè” E su una cessione di Cataldi risponde così

Tare: “Aprire un ciclo vincente? Lavorare a Roma non è semplice e vi spiego perchè” E su una cessione di Cataldi risponde così

“E’ ovvio che la Lazio deve essere sempre in Europa”

 

ROMA – Tare a PremiumSport: “Pioli all’Inter? Beh, io sono di parte: noi abbiamo i nostri interessi alla Lazio (sorride ndr). Detto questo, con lui abbiamo avuto un ottimo rapporto. Le sue qualità sono fuori discussioni. Il Napoli? Quello che conta è la continuità di risultati. Posso dirvi che dentro lo spogliatoio si respira un’aria di ottimismo. C’è voglia di fare bene. Obiettivo Champions League? L’obiettivo è vincere stasera. Poi degli obiettivi della stagione possiamo parlarne a marzo. Poi è ovvio che la Lazio debba essere sempre in Europa. Djordjevic? Chi l’ha allenato, da Pioli a Inzaghi l’ha sempre apprezzato. Lui lavora per la squadra, davvero molto. Poi ci sono degli alti e bassi, questo è normali. Da qui a fine stagione avrà sicuramente le sue possibilità. Aprire un ciclo? Si parla così da tanti anni. Lavorare a Roma però non è facile per niente, non è semplice. L’umore delle persone cambia spesso. Parlare di progetti adesso, è una cosa legata ai risultati. Però guardando la squadra, i risultati, l’età media… insomma: le premesse per fare bene in futuro ci sono. Però quello che conta, come sempre – alla fine – sono i risultati. Cataldi convocato in Nazionale fa aumentare il suo valore di mercato? Sì, ma non è in vendita“.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy