UFFICIALE – Per Berisha 10 giorni di stop e ammenda

UFFICIALE – Per Berisha 10 giorni di stop e ammenda

ROMA – Come si legge sul comunicato ufficiale della Figc, il Tribunale Federale Nazionale della Figc, in assenza di osservazioni da parte della Superprocura del Coni sulla congruità della sanzione indicata, ha accordato il patteggiamento al portiere della Lazio, Etrit Berisha che sconterà quindi uno stop di 10 giorni (più…

ROMA – Come si legge sul comunicato ufficiale della Figc, il Tribunale Federale Nazionale della Figc, in assenza di osservazioni da parte della Superprocura del Coni sulla congruità della sanzione indicata, ha accordato il patteggiamento al portiere della Lazio, Etrit Berisha che sconterà quindi uno stop di 10 giorni (più il pagamento di un’ammenda di 15mila euro) per il doppio tesseramento fatto con i biancocelesti il 1/o settembre 2013 e quello precedente, del 29 luglio 2013, con il Chievo Verona. L’intesa tra la difesa dell’albanese e la Procura Figc, raggiunta lo scorso 26 febbraio, doveva passare al vaglio del super procuratore del Coni, Enrico Cataldi, e doveva essere confermata nell’udienza di oggi dai giudici del Tribunale Federale Nazionale. Berisha terminerà la squalifica il 29 marzo. Salterà il match con il Verona.

Sempre il TFN ha rilevato che l’altro laziale Eddy Onazi non è più difeso dall’avvocato D’Onofrio, il quale ha rinunciato ad assisterlo come da comunicazioni mail depositate oggi e come già risultava dal verbale della riunione del 30 ottobre e ha disposto la trasmissione degli atti alla Procura federale. Il centrocampista nigeriano era stato deferito assieme al segretario della Lazio, Armando Calveri, al ds Igli Tare e all’agente Christopher Fioranelli, “per essersi avvalso dell’opera dell’agente Fioranelli in occasione del rinnovo contrattuale con la società Lazio del 7.11.2012, mentre era ancora in essere il mandato rilasciato in favore  di altro agente”. (Calciomercato.com)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy