Ultrà della lazio si presenta in ospedale con due proiettili nelle gambe

Ultrà della lazio si presenta in ospedale con due proiettili nelle gambe

(Ilmessaggero.it) – ROMA – «Sono sceso dall’autobus e ho litigato con due giovani su uno scooter: mi stavano investendo. Uno dei due ha estratto una pistola e mi ha sparato ai piedi». E’ la testimonianza di Giuliano G., 40 anni, residente al Trullo che verso le 18 si è presentato…

(Ilmessaggero.it) – ROMA – «Sono sceso dall’autobus e ho litigato con due giovani su uno scooter: mi stavano investendo. Uno dei due ha estratto una pistola e mi ha sparato ai piedi».  E’ la testimonianza di Giuliano G., 40 anni, residente al Trullo che verso le 18 si è presentato da solo al pronto soccorso del San Camillo dove i medici gli hanno medicato due ferite ai piedi provocate da colpi di pistola. La persona ferita fa parte delle frange estreme del tifo della squadra della Lazio e in passato è stato inquisito per una vicenda legata alla violenza nelle curve.E’ chiaro che questa sua appartenza al tifo può contare sulla sua gambizzazione. Secondo quanto ha raccontato l’uomo alla polizia l’aggressione sarebbe avvenuta su un tratto di circonvallazione Gianicolense poco distante da piazzale Dunant. Ma è anche vero che gli agenti del commissariato Monteverde, almeno per ora, non hanno trovato testimonianze e altri riscontri su quello che ha denunciato la vittima.

 


Quindi non è escluso che possano esserci altre motivazioni come causa del ferimento così come potrebbe essere possibile che sia accaduto da un’altra parte della città. Il ferito potrebbe essere stato reticente per paura di ritorsioni di coloro che gli hanno sparato. Per ora sono solo ipotesi, supposizioni investigative.
Altro elemento importante: non è arrivata nessuna telefonata al 113 da parte di qualche cittadino per segnalare i presunti colpi di pistola che sarebbero stati esplosi davanti a decine di passanti mentre invece la polizia non trova testimoni. Insomma è una vicenda, secondo gli investigatori, ancora tutta da chiarire.
C’è poi un precedente: il 22 giugno dell’anno scorso ignoti alla Caffarelletta ferirono a colpi di pistola altri due ultrà della Lazio: Fabrizio Toffolo e Danilo Casadei.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy