Venerdì, cena Lotito-Paparesta

Venerdì, cena Lotito-Paparesta

Metti una sera a cena con Pioli e Paparesta. E’ accaduto venerdì sera in un ristorante conosciuto in pieno centro a Roma, vicino a via Veneto. Lotito e il nuovo allenatore della Lazio con l’ex arbitro, oggi a capo della cordata che ha appena rilevato il Bari. Stesso tavolo, una…

Metti una sera a cena con Pioli e Paparesta. E’ accaduto venerdì sera in un ristorante conosciuto in pieno centro a Roma, vicino a via Veneto. Lotito e il nuovo allenatore della Lazio con l’ex arbitro, oggi a capo della cordata che ha appena rilevato il Bari. Stesso tavolo, una serata in cui rilassarsi e parlare di calcio. Pioli, un paio d’ore prima, aveva firmato il contratto a Villa San Sebastiano, nel quartier generale di Lotito. Era la sera precedente alla presentazione del nuovo tecnico a Formello. Paparesta, invece, era reduce dall’eliminazione con il Latina nelle semifinali dei play off promozione di serie B. Il nuovo presidente del Bari sta impostando i piani per la nuova stagione ed è possibile che con Lotito abbia parlato di giovani.

 

 

La Lazio ha un’esigenza tecnico-sportiva ben precisa: valorizzare i talenti in uscita dalla Primavera di Inzaghi e Bollini, trovare le soluzioni per maturare una buona esperienza e giocare con continuità. Nella stagione appena conclusa Danilo Cataldi si è consacrato nel Crotone. Tanti altri ragazzi vorrebbero seguire il suo stesso percorso e trovare collocazioni analoghe. La Salernitana non ce l’ha fatta a salire tra i cadetti ed è rimasta in Lega Pro. Mendicino e Perpetuini, ancora sotto contratto con la Lazio, per esempio hanno già chiesto di trovare una sistemazione in B: preferirebbero non restare all’Arechi. (Corriere dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy