100 volte Konko in A

100 volte Konko in A

ROMA – Un traguardo da tagliare oggi a Catania: 100 volte Konko in serie A. E’ a quota 99 presenze, le ha collezionate con le maglie del Siena, del Genoa e della Lazio. Il debutto del francese nel massimo campionato italiano risale al 10 settembre 2006, esordì in Chievo-Siena 1-2.…

ROMA – Un traguardo da tagliare oggi a Catania: 100 volte Konko in serie A. E’ a quota 99 presenze, le ha collezionate con le maglie del Siena, del Genoa e della Lazio. Il debutto del francese nel massimo campionato italiano risale al 10 settembre 2006, esordì in Chievo-Siena 1-2. Sono passati sei anni, oggi la carriera di Konko s’è tinta di biancoceleste. Nella Lazio ha trovato spazio e fiducia dopo l’esperienza vissuta nel Siviglia. E’ tornato in Italia, ha avuto una seconda occasione, l’ha presa al volo. Le qualità tecniche non si discutono, l’affidabilità fisica sì. L’anno scorso s’è fermato più volte, tutta colpa di problemi muscolari. Il polpaccio sinistro nelle ultime stagioni gli ha creato grossi guai, la cura Petkovic l’ha rigenerato. Konko resta un soggetto a rischio infortuni, ma i metodi di lavoro del tecnico bosniaco-croato e del suo staff hanno permesso al francese di migliorare il rendimento. Sta giocando con continuità, garantendo buone prestazioni.

LA TATTICA -Konko, nel gioco di Petkovic, ha compiti precisi. Vlado punta molto sugli esterni, su quelli alti e su quelli bassi. Il francese sa attaccare lo spazio, sa raddoppiare sulla corsia, deve migliorare alcuni aspetti: servirebbero più cross e più attenzione in fase difensiva. Konko a volte pecca di concentrazione, gli scappa la marcatura. Petkovic si aspetta di più, ha apprezzato le motivazioni che sta mettendo in allenamento e in campo, è stato ben impressionato dal suo avvio stagione, ma ultimamente non è riuscito a confermarsi ad ottimi livelli. Il Catania attaccherà a testa bassa, in casa affonda in avanti, utilizza corsie centrali e laterali. Konko dovrà stare attento, dovrà presidiare la fascia d’appartenenza e avrà licenza di spingersi in avanti. Centrerà la centesima presenza in serie A, sta acquisendo esperienza, deve farla fruttare in campo. La Lazio ha creduto in lui e gli ha ribadito fiducia, nel finale della scorsa stagione si è arrivati vicini al divorzio. Konko s’assentava spesso per infortunio, lasciava scoperta la corsia destra, s’alzava e ricadeva, non si sentiva sicuro dopo i recuperi. La società gli parlò chiaramente, lo mise davanti alle sue responsabilità. Konko ha promesso impegno e presenze.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy