IL TEMPO – Candreva in bilico La Lazio si muove

IL TEMPO – Candreva in bilico La Lazio si muove

IL TEMPO L’Europa da riconquistare con la Lazio, un mondiale da protagonista nel mirino, tanta voglia di vincere con la maglia biancoceleste che ormai sente sua anche se il futuro non è ancora certo. Antonio Candreva ieri ha compiuto 27 anni, non ha potuto festeggiare più di tanto dopo l’inutile…

IL TEMPO

L’Europa da riconquistare con la Lazio, un mondiale da protagonista nel mirino, tanta voglia di vincere con la maglia biancoceleste che ormai sente sua anche se il futuro non è ancora certo. Antonio Candreva ieri ha compiuto 27 anni, non ha potuto festeggiare più di tanto dopo l’inutile pareggio di Sofia quando ormai la qualificazione agli ottavi di finale sembrava raggiunta. Invece, tutto inutile, rimonta mancata e rabbia da smaltire in due giorni prima di presentarsi a Firenze per provare a giocare per il quarto anno di seguito la coppa europea meno nobile. Sulle frequenze di Lazio Style Radio prova a spiegare dove si trova la forza per reagire a una simile botta: «È dura giocare in Europa, fare tre gol in trasferta e non passare il turno, ma purtroppo la qualificazione l’abbiamo compromessa all’andata: quello di Sofia è un brutto stop. Peccato uscire da questa competizione, dove abbiamo fatto meno bene dell’anno scorso. Ora pensiamo solo alla Fiorentina, mancano ancora diverse partite evogliamo ancora centrare il palcoscenico europeo. Purtroppo la stagione non è brillantissima, abbiamo avuto troppi alti e bassi, per la verità più bassi che alti. La classifica però dice che siamo lì».

Fin qui le dolenti note ma le altre non è che siano molto meglio. La situazione è nota: Lotito ha in mano il 50% del suo cartellino (pagato a giugno 1,7 milioni), l’altra parte appartiene all’Udinese (è valutata sugli 8 milioni). Il presidente biancoceleste ha la parola di Pozzo che si troverà una soluzione amichevole che consenta alla Lazio di riscattarlo. I giorni passano e il dilemma non si chiarisce anche se a Formello c’è grande ottimismo. Ci prova il diesse dell’Udinese Cristiano Giaretta a spiegare la situazione a Lalaziosiamonoi.it : «Sinceramente credo sia ancora presto per immaginare un pericolo buste. L’intento è quello di trovare un accordo. Quando l’ultimo contatto con la Lazio? A volte parla Pozzo con Lotito, a volte io, non ci coadiuviamo sempre. Per il momento comunque non sono stati fissati appuntamenti». Tutto in ballo, quindi, con la possibilità di un terzo incomodo (una grande squadra) che potrebbe avere la sponda dell’Udinese e strappare il talento di Tor de’ Cenci alla Lazio. Ma Lotito vuole chiudere la pratica il prima possibile.

Intanto Candreva festeggia domani 99 partite con la maglia biancoceleste: «È vero – riprende Candeva – e speriamo di farne un altro paio di centinaia! L’obiettivo è tagliare il traguardo delle 100 presenze con due vittorie, contro Fiorentina e Atalanta. Ma per il momento pensiamo solo ai viola, perché sarà una partita difficilissima». Già sette gol in campionato, è il suo record personale ma vuole migliorarlo nel finale di campionato: «Speriamo di incrementare ancora di più il mio bottino realizzativo, ma l’obiettivo è anche continuare a mandare in gol qualche compagni». Sognando l’Europa sfuggita nella folle notte bulgara dove una vittoria scacciacrisi si è trasformata in una beffa atroce.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy