A Torino tocca a Saha

A Torino tocca a Saha

 Il motore è caldo, finalmente la svolta: Saha spinge l’acceleratore, è pronto a scendere in campo dal primo minuto. Potrebbe accadere domenica sera a Torino, Petkovic ci sta pensando, si tratta di una possibilità concreta. Floccari non verrà convocato: ha riportato una lesione muscolare alla coscia destra, dovrà restare out…

 Il motore è caldo, finalmente la svolta: Saha spinge l’acceleratore, è pronto a scendere in campo dal primo minuto. Potrebbe accadere domenica sera a Torino, Petkovic ci sta pensando, si tratta di una possibilità concreta. Floccari non verrà convocato: ha riportato una lesione muscolare alla coscia destra, dovrà restare out per almeno due settimane, forse rientrerà per il derby. Kozak è reduce da una splendida tripletta ai danni dello Stoccarda, per questo motivo contro i granata non è da escludere un modulo a due punte, ma se il tecnico dovesse optare per un solo riferimento offensivo, il francese ex Manchester Utd sarebbe comunque in vantaggio. Saha in questi giorni ha lavorato duramente, ha bruciato le tappe, ha ritrovato una condizione accettabile. Difficilmente sarà in grado di reggere 90 minuti, ma per un’ora proverà a dare il suo contributo. Ieri mattina a Formello si è trattenuto sul campo anche dopo l’allenamento. È rimasto in compagnia di Antonio Manicone(vice di Petkovic), si è esercitato sulla tecnica e su tiri da fuori area. La grande occasione sta per arrivare, vuole rimettersi in gioco, cercherà di trasmettere alla squadra esperienza e qualità. Per la sfida contro i granata resta il dubbio legato al modulo: il 4-1-4-1 sembra favorito, rientreranno Ledesma e Gonzalez dal primo minuto, mancheranno Hernanes(squalificato) e Dias(infortunato). In porta giocherà senza dubbio Marchetti dopo la botta alla testa rimediata giovedì sera da Ibisevic: oggi si riaggregherà al gruppo. In difesa Cana potrebbe sostituire Ciani e affiancare Biava al centro, sulle corsie esterne verranno confermati Pereirinha e Radu. A centrocampo Ederson è in pole-position per sostituire lo squalificato Hernanes.

Capitolo mercato: la Lazio piomba su Honda. Il giapponese può sbarcare nella Capitale, è in cerca di riscatto, si libererà a parametro zero a dicembre dalla Cska Mosca, Tare e Lotito sono pronti a chiudere. Intanto Almeyda spera: «Il mio sogno è tornare a Formello da tecnico. Prima o poi allenerò in Italia».

Il Tempo

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy