Al derby con Klose

Al derby con Klose

Europa amara, meglio voltare pagina. Tutto sul derby. Tutto su Roma-Lazio. Tutto di corsa. Il piano è pronto: allenamento mattutino a Istanbul, rientro pomeridiano a Roma, ritrovo domani a Formello. Petkovic prepara l’assalto ai giallorossi, la squadra ha dormito in Turchia come da programma, il lavoro sul campo era stato…

Europa amara, meglio voltare pagina. Tutto sul derby. Tutto su Roma-Lazio. Tutto di corsa. Il piano è pronto: allenamento mattutino a Istanbul, rientro pomeridiano a Roma, ritrovo domani a Formello. Petkovic prepara l’assalto ai giallorossi, la squadra ha dormito in Turchia come da programma, il lavoro sul campo era stato fissato da giorni per oggi intorno alle 10.30. Sino a ieri pomeriggio non era stato scelto il luogo che avrebbe ospitato la seduta di allenamento di questo venerdì. Le opzioni al vaglio dei tecnici e dei dirigenti erano due: la palestra dell’albergo Marriott Asia (sede del quartier generale laziale) o un campo situato nei pressi dello stadio “Sukru Saracoglu”, lo stesso in cui la squadra ieri mattina ha effettuato la seduta di rifinitura. Lo sbarco in Italia, per mezzo di un charter, è fissato alle 17.20 a Fiumicino. I giocatori saranno liberi, rientreranno a casa, rifiateranno. Il derby, da ieri sera, è diventato l’unico pensiero.

IL TURNOVER – Petkovic ha preferito far riposare la squadra evitandole lo stress dovuto al viaggio notturno. Il piano organizzativo ha funzionato al meglio, il piano tattico sarà definito nelle prossime ore. Le prove inizieranno domani, a 48 ore dal derby. Vlado punterà tutto su Klose, lo farà partire dal primo minuto, non accade da due mesi (l’ultima apparizione da titolare risale al 3 febbraio, al match Genoa-Lazio). Miro guiderà la carica biancoceleste, si piazzerà al centro dell’attacco, dietro di lui si disporrà una squadra muscolare e fantasiosa. Petkovic a Istanbul inizialmente ha preservato Klose e Ledesma (entrati nel finale) più Biava. Il tecnico li riproporrà freschi, pensa al 4-1-4-1. Ci sono due soluzioni, dipendono dalla scelta del terzino destro: Konko e Pereirinha sono out, il ballottaggio riguarda Gonzalez e Lulic. L’uruguaiano è nettamente in pole, la sua presenza in difesa porterebbe alla conferma del bosniaco a sinistra, nel ruolo di esterno offensivo. Mauri è a disposizione (anche lui è entrato in corsa ieri), ma non gioca titolare da tempo, resterà in ballo sino all’ultimo. Il capitano può partire dall’avvio, le possibilità crescerebbero nel caso in cui Lulic venisse scelto come esterno basso a destra (Gonzalez avanzerebbe a centrocampo). L’opzione numero uno prevede in campo questa Lazio: Marchetti in porta, quartetto difensivo composto da Gonzalez, Biava, Cana e Radu. Ledesma diga, davanti a lui spazio a Candreva, Onazi, Hernanes e Lulic. Klose centravanti.

L’ALTERNATIVA – Seconda soluzione: Lulic, Biava, Cana e Radu in difesa. Ledesma fulcro, Candreva, Gonzalez, Hernanes e Mauri sulla mediana, Klose terminale offensivo. Vanno controllate le condizioni di Ederson, è uscito zoppicando dal campo. Petkovic dovrà rinunciare a Dias, Floccari, Konko e Pereirinha, non sono pronti. Il difensore brasiliano sta meglio, ma gli servono altri 10-15 giorni prima di tornare in campo. Dias è reduce da un altro stiramento, lo staff medico è all’opera per evitare nuove ricadute. Floccari sta intensificando il lavoro, non rientrerà a breve, salterà il derby, sogna di farcela per Lazio-Juve del 15 aprile. Pereirinha, più o meno, rimarrà ai box per altri 10 giorni.

IL RINNOVO – L’Europa in ballo, il derby all’orizzonte, il mercato interno da curare. Sono giorni intensi anche per la società, si gioca in campo e fuori. Sul tavolo del presidente Lotito c’è il rinnovo di Beppe Biava. E’ tornato a parlare il suo manager, Giorgio Parretti, di recente ha incontrato il patron laziale, la fumata bianca è vicinissima: «Due giorni fa ho incontrato il club biancoceleste – ha detto il procuratore a tuttomercatoweb – ci siamo dati appuntamento per la seconda quindicina di aprile. Problemi? No, assolutamente! C’era l’Europa League e lunedì si disputerà il derby. Ci rivedremo dopo la metà del mese, ma la volontà è comune. Non ci vedremo per discuterne, ma per chiudere». Biava firmerà sino al 2014.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy