Alla ricerca della solidità del girone d’andata

Alla ricerca della solidità del girone d’andata

Due vittorie per passare il turno in Europa e riprendersi il terzo posto contro Borussia e Pescara ma ora serve una conferma. Stasera a San Siro si capirà se la crisi è superata, se quelle cinque partite abbordabili (due punti conquistati) saranno dimenticate e rimarranno nel libro dei rimpianti per…

Due vittorie per passare il turno in Europa e riprendersi il terzo posto contro Borussia e Pescara ma ora serve una conferma. Stasera a San Siro si capirà se la crisi è superata, se quelle cinque partite abbordabili (due punti conquistati) saranno dimenticate e rimarranno nel libro dei rimpianti per le occasioni sprecate. C’è bisogno di una prova d’orgoglio contro un Milan in forma, serve allontanare le ombre mostrandosi più forte delle assenze e ritrovare la solidità del girone d’andata. Che pure sono pesanti perché regalare tre titolari come Konko, Mauri e Klose alla squadra di Allegri significa partire sfavoriti in una sfida che vale tanto nella corsa all’agognato terzo posto.
Il forfait di Balotelli (anche se gioca Pazzini uno abbonato al gol contro la Lazio) e il recupero di Floccari (giocherà soltanto grazie a un’infiltrazione) restituiscono il sorriso a Petkovic che mostra il petto all’avversario. Annuncia un modulo offensivo e la voglia di giocarsi a viso aperto una gara fondamentale anche se poi sarà il campo a decretare chi avrà il dominio del centrocampo. Di certo la Lazio va a caccia di un’impresa sportiva: non vince nel San Siro rossonero dal settembre del 1989, una vita fa, poi nove pareggi e tredici sconfitte condite da tante amarezze. Anche Eriksson nel periodo d’oro si è dovuto arrendere a questo tabù, solo Mancini e Delio Rossi in coppa Italia sono riusciti a centrare il blitz nel 2003 e nel 2009. Inoltre c’è un altro problema da risolvere, Nicola Rizzoli di Bologna. Due precedenti, due successi del Milan (3-0 e 4-1), precedenti in parità con la Lazio, da «simpatizzante» rossonero contro la squadra di Berlusconi (15 vittorie, 4 pari e 3 ko). Insomma, ci vorrà una grande Lazio per fare risultato

Il Tempo

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy