Ansia Marchetti,oggi la verità

Ansia Marchetti,oggi la verità

La Lazio è in ansia per Federico Marchetti. Il portiere di Bassano del Grappa s’è infortunato alla fine del riscaldamento ed è stato costretto a saltare la partita con il Milan. Ha avvertito una fitta ai flessori della coscia destra. Non andrà ad Atene e salterà la trasferta di Europa…

La Lazio è in ansia per Federico Marchetti. Il portiere di Bassano del Grappa s’è infortunato alla fine del riscaldamento ed è stato costretto a saltare la partita con il Milan. Ha avvertito una fitta ai flessori della coscia destra. Non andrà ad Atene e salterà la trasferta di Europa League per affrontare il Panathinaikos. Petkovic è stato chiaro in proposito e ha cercato di seminare ottimismo per gli impegni successivi. In realtà è molto difficile che Marchetti possa essere impiegato domenica prossima al Franchi contro la Fiorentina. Si teme uno stiramento. Oggi sono previsti gli esami clinici alla Paideia e soltanto all’esito della risonanza magnetica di controllo lo staff medico potrà sbilanciarsi sui tempi di recupero. Ieri si potevano soltanto formulare delle ipotesi: Marchetti potrebbe cavarsela con due settimane di stop, Petkovic spera che riesca a recuperare più in fretta. Tutti hanno guardato avanti e pensato al calendario: domenica prossima c’è la Fiorentina, mercoledì 31 si presenterà il Torino all’Olimpico, poi la squadra biancoceleste affronterà la trasferta di Catania e infine il derby con la Roma. Nel mezzo anche le due sfide con il Panathinaikos, che certamente Petkovic lascerà a Bizzarri, titolare anche con il Maribor prima della sosta.

SCARFAGNA – Un anno fa, all’inizio di dicembre, Marchetti s’era stirato alla coscia sinistra durante la partita di Lecce: rientrò a Siena dopo un mese di stop ed essere stato sostituito in lista Uefa dall’argentino Carrizo. Per autorizzare il cambio di un portiere il regolamento europeo prevede che sia certificato almeno un mese di stop. C’è nella Lazio la convinzione che questo infortunio sia meno grave di quello riportato da Marchetti nella stagione passata e sostituirlo in lista Uefa significherebbe certificare la sua assenza anche in campionato per un mese. Non è il caso di pensarci e gli esami clinici di oggi dovrebbero allontanare questa ipotesi. Peraltro Tiziano Scarfagna, numero uno della Primavera, sabato è tornato a difendere la porta (contro il Lanciano) della squadra di Bollini e verrà convocato da Petkovic per la trasferta di Atene, dove troverà posto in panchina.

EX LIONE – Oggi riprenderanno gli allenamenti a Formello e il tecnico di Sarajevo aspetterà notizie relative a Ederson. Il brasiliano si era fermato per una contrattura agli adduttori della coscia sinistra durante la partita con il Maribor. Ha saltato la trasferta di Pescara e ha ripreso ad allenarsi una settimana fa, ma dopo qualche giorno ha avvertito nuovi fastidi ed è stato costretto a rallentare i tempi di recupero. Niente Milan. Oggi verrà sottoposto ad accertamenti clinici ed è molto difficile ipotizzare un suo impiego ad Atene, dove mancheranno Rocchi, Brocchi e Stankevicius, fuori lista Uefa.

FLOCCARI – Petkovic dovrà organizzare un turnover ragionato e senza stravolgere l’assetto della Lazio. Verrà convocato Stefan Radu, a cui manca però il ritmo partita per giocare dal primo minuto. E presumibile l’impiego di Ciani dall’inizio per fare il cambio a Biava, Cavanda (o Scaloni) sono in preallarme per sostituire Konko. Un turno di riposo verrà concesso a Klose. Dovrebbe toccare a Floccari, che aveva sfruttato l’occasione con il Maribor. Cana e Onazi si candidano per il centrocampo, ma l’assortimento del reparto è ancora tutto da studiare e da decifrare.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy