• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Berisha star. E nel futuro c’è Strakosha

Berisha star. E nel futuro c’è Strakosha

Berisha e Strakosha, portieri giovani e rampanti. Berisha è arrivato dalla Svezia, dal Kalmar, è cresciuto altrove, ma s’è consacrato in Italia, con la maglia della Lazio. Ha 25 anni, nel ruolo è uno dei protagonisti più baby eppure sembra un veterano, la serie A non gli ha fatto paura.…

di redazionecittaceleste

Berisha e Strakosha, portieri giovani e rampanti. Berisha è arrivato dalla Svezia, dal Kalmar, è cresciuto altrove, ma s’è consacrato in Italia, con la maglia della Lazio. Ha 25 anni, nel ruolo è uno dei protagonisti più baby eppure sembra un veterano, la serie A non gli ha fatto paura. Strakosha è più piccolo, ha 19 anni, è entrato a far parte della Cantera laziale nel 2012, s’è imposto come titolare in Primavera (ha vinto lo scudetto a giugno). E nelle gerarchie di prima squadra è il terzo dopo Marchetti e Berisha, il suo percorso è destinato a proseguire. Berisha e Strakosha, stessa scuola (albanese), origini in comune e un futuro tutto da vivere.

 

BERISHA – E’ sbarcato ad agosto, da predestinato. Quando si presentò lo fece col petto in fuori, si capì subito che ambiva alla maglia numero uno (sulle spalle e nei fatti). Etrit Berisha, titolare dell’Albania, senza volerlo ha messo pressione a Marchetti. E’ vero, l’azzurro è tormentato dai problemi fisici, ma la crescita di Berisha non l’ha lasciato tranquillo. Tare ha sborsato solo 400 mila euro per soffiarlo alla concorrenza: Berisha era uno sconosciuto ai più, non agli esperti. La Lazio l’ha acquistato anziché aspettare la scadenza del suo contratto (con il Kalmar aveva un accordo sino a dicembre 2013). Il Chievo era convinto d’averlo prenotato per il 2014, quando Berisha ha firmato per la Lazio la società di Campedelli ha inoltrato ricorso alla Fifa. La squalifica arriverà nella prossima stagione.

STRAKOSHA –
Nel futuro c’è Thomas Strakosha, arrivò dalla Grecia, dal Panionios. E’ nato in Albania il 19 marzo 1995, è figlio d’arte. Il papà si chiama Fotaq Strakosha, è stato il portiere della Nazionale albanese, è stato compagno di Igli Tare per anni e anni. Fotaq Strakosha ha chiuso la carriera nel 2005 con il Panionios, è rimasto a vivere e a lavorare in Grecia come preparatore dei portieri. Suo figlio Thomas trovò spazio nelle giovanili dello stesso club, si fece notare nel resto d’Europa. La trattativa fu sofferta, nacque un intrigo di mercato, durò qualche mese. Sul ragazzo c’era la Roma di Sabatini, il trasferimento di Strakosha in giallorosso sembrava scontato. Tare partì all’attacco e vinse il derby di mercato.

Corriere dello Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy