Blindati El Tata e Lulic

Blindati El Tata e Lulic

Due acquisti: Gonzalez e Lulic. Sì, sono due acquisti. Sono stati blindati dalla Lazio, ci sono gli accordi. Lotito e Tare non hanno perso tempo, hanno rinnovato i contratti dell’uruguaiano e del bosniaco. Il presidente ha svelato il retroscena nella pancia dell’Olimpico al termine del match contro la Juve: «Gonzalez?…

Due acquisti: Gonzalez e Lulic. Sì, sono due acquisti. Sono stati blindati dalla Lazio, ci sono gli accordi. Lotito e Tare non hanno perso tempo, hanno rinnovato i contratti dell’uruguaiano e del bosniaco. Il presidente ha svelato il retroscena nella pancia dell’Olimpico al termine del match contro la Juve:  «Gonzalez? Sono contento delle sue prestazioni, è un grande atleta, ci mette sempre il cuore, non a caso gli abbiano rinnovato il contratto» . Gonzalez e la Lazio firmeranno il rinnovo nei prossimi giorni, è stato raggiunto un accordo verbale. Il Tata, tra gli eroi della notte di Coppa Italia, ha un contratto sino al 2015, dovrebbe allungarlo sino
Intesa raggiunta con il mediano: ingaggio più ricco. Sorpresa: l’esterno ha siglato il nuovo contrattoal 2017 (la data è da definire). Ha meritato l’adeguamento dell’ingaggio, lo aspettava da tempo. Gonzalez guadagnerà poco più di un milione di euro, la Lazio è la sua casa. E’ l’immagine della professionalità e del sacrificio. Ama i colori laziali, i tifosi lo rispettano. Gioca col cuore, si guadagna il posto in ogni allenamento. Gioca stringendo i denti, non s’è mai tirato indietro. Gioca e corre a perdifiato, non si risparmia mai. Ha fatto bene Lotito a blindarlo, la conferma dei big è un punto fondamentale del progetto pensato dal presidente.

LULIC – Un doppio colpo, il mercato interno vale quanto quello in entrata. Non solo Gonzalez, è stato raggiunto un accordo anche con Lulic. Aveva un contratto sino al 2016, guadagnava 360 mila euro. Prima di Natale si sono registrati passi in avanti concreti, i suoi agenti incontrarono i dirigenti della Lazio a “Marassi”, in occasione del match contro la Sampdoria. I contatti sono stati continui, è stata raggiunta un’intesa. Lulic si è legato ai biancocelesti sino al 2017, un anno in più di durata per ottenere uno stipendio molto più ricco rispetto a quello che ha percepito sinora. In tanti s’erano messi sulle sue tracce l’anno scorso, il club ha respinto ogni assalto. Lulic farà parte della Lazio anche in futuro, la speranza è che torni a giocare sui livelli della prima stagione italiana. Il suo caso è strano: Petkovic è l’uomo che l’ha scoperto, lanciato e valorizzato. Con lui ha segnato più di 20 gol in tre stagioni eppure l’esterno bosniaco quest’anno non riesce a carburare. Non ha l’accelerazione di un anno fa, non buca la porta, fa fatica a sfornare assist. La Lazio gli ha voluto dimostrare stima e fiducia, il rinnovo contrattuale è un premio per quanto ha fatto vedere. Lotito e Tare credono in lui, sperano nella sua rinascita.

LE STRATEGIE – Gonzalez e Lulic in cassaforte, i loro contratti valgono oro. E nei prossimi due mesi toccherà ad Hernanes trattare il rinnovo. I primi contatti risalgono ai mesi scorsi, non si arrivò alla fumata bianca. Se ne riparlerà in primavera, il Profeta è il nuovo gioiello da blindare. Lotito è stato chiaro, ha affrontato l’argomento più volte:  «Hernanes resterà con noi, chi ha detto che è sul mercato? La Lazio compra, non cede. Se la società vende qualcuno è perché viene chiesto dal giocatore e comunque ogni partente sarà sostituito al meglio» . Hernanes è il futuro della Lazio, il processo di crescita non può essere pensato senza di lui. E’ un campione vero, capace di fare la differenza. Servirà uno sforzo economico per trattenerlo, le sue stagioni italiane non sono passate inosservate, a giugno in tanti potrebbero bussare alla porta del Profeta. Lo sforzo sia fatto, se occorrerà.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy