CDS – Allievi: Roma-Lazio, sfida tra giganti

CDS – Allievi: Roma-Lazio, sfida tra giganti

I numeri potrebbero ingannare. La Lazio Allievi è l’unica squadra di tutti e tre i gironi ad aver conquistato 21 vittorie di cui 12 consecutive e una sola sconfitta. E’ la squadra più prolifica d’Italia con 75 gol messi a segno, e anche la difesa non scherza: 20 reti subite;…

I numeri potrebbero ingannare. La Lazio Allievi è l’unica squadra di tutti e tre i gironi ad aver conquistato 21 vittorie di cui 12 consecutive e una sola sconfitta. E’ la squadra più prolifica d’Italia con 75 gol messi a segno, e anche la difesa non scherza: 20 reti subite; meglio ha fatto solo l’Inter. Ma quello di oggi contro la Roma è un derby, e i derby si vincono sul campo. I numeri non contano più, o contano meno. A due giornate dalla fine la squadre di Simone Inzaghi affronta i cugini, che sono anche i secondi in classifica e hanno vinto all’andata, tanto che quella di oggi può essere considerata una rivincita in piena regola. Quella del derby è infatti l’unica sconfitta rimediata dal gruppo biancoceleste in tutta la stagione.
«E’ una bella gara e siamo contenti di giocarcela – commenta Inzaghi – il derby di andata l’avevamo perso immeritatamente, ma adesso siamo a più sette e vogliamo fare di tutto per affrontare questa sfida al meglio. E’ una grande Roma, ma ha trovato una Lazio che ha vinto dodici partite di fila. Se vinciamo oggi, di fatto, è come aver vinto tutto un girone di ritorno. Bravi i miei ragazzi, sono stati fantastici». Inzaghi ha qualche problema di formazione. Dovrà fare a meno del centrocampista Murgia assente per squalifica. Anche se gli attaccanti Steri e Ortenzi si sono aggregati al gruppo per gli allenamenti dopo la lunga assenza a causa degli infortuni, non figurano tra i convocati. Fuori il portiere De Angelis.
«Manca Murgia che è una grande defezione, si è fatto espellere a Palermo ed è giusto che paghi. Mi spiace molto, è un ragazzo bravissimo, ma sul 4-0 non puoi prendere un rosso. Oltretutto era pure il capitano. Anche Condemi è in forse. Ma chi gioca dà tutto, sempre». Con la prestazione disputata da Guerrieri ieri, a Formello, con la Primavere di Alberto Bollini, tra i pali è difficile che Inzaghi decida di schierare Riccioni. Il nodo verrà sbrogliato solo all’ultimo. Di sicuro giocherà De Domincis a centrocampo, altro elemento di grande valore. E poi è stata confermata la presenza di Mamadou Tounkara, attaccante classe 1996, chiamato a rinforzo degli Allievi dalla Primavera di Bollini. Del gruppo anche Federico Cinti salito invece dagli Allievi Elite di Cesar, anche se dovrebbe restare in tribuna. «Siamo qualificati con cinque giornate d’anticipo, abbiamo fatto benissimo. Sono contento perché era un gruppo nuovo. Adesso vogliamo fare un grande derby»

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy