CDS – Ancora Klose per sbloccarsi

CDS – Ancora Klose per sbloccarsi

CORRIERE DELLO SPORT ROMA – Rigioca Klose. E sono tre: Catania, Ludogorets e Sassuolo. Reja pensa di ripuntare su Miro domani sera, deve sbloccarsi. La settimana per lui è lunghissima, ha sempre giocato ed è capitato poche volte in passato, non sarà risparmiato. Il gol gli manca dal 6 gennaio,…

CORRIERE DELLO SPORT

ROMA – Rigioca Klose. E sono tre: Catania, Ludogorets e Sassuolo. Reja pensa di ripuntare su Miro domani sera, deve sbloccarsi. La settimana per lui è lunghissima, ha sempre giocato ed è capitato poche volte in passato, non sarà risparmiato. Il gol gli manca dal 6 gennaio, dal match con l’Inter, non l’ha più trovato. Il digiuno dura da sette turni (campionato ed Europa), il record d’astinenza l’ha firmato nella scorsa stagione, rimase a secco per nove partite. Rigioca Klose, in attesa della rifinitura gli indizi sembrano chiari. Reja si riaffiderà al tedesco, gli chiederà di stazionare in area con continuità. Miro è esemplare, si sacrifica per la squadra, lo fa anche troppo. Non è un difetto, certo che no. Ma il lavoro di rattoppo lo affatica, lo allontana dalla porta, gli fa perdere lucidità. Miro Klose è il serpente degli ultimi metri, l’allenatore lo vuole lì, pronto a colpire.

LE SCELTE – Klose è in pole su Perea, il turnover non riguarderà gli attaccanti. Reja risgancerà dal primo minuto Konko, Biava e Dias (sono recuperati) più Gonzalez, Ledesma e Candreva. Serve una scelta tattica, riguarda il modulo. Ieri mattina il gruppo è stato diviso in due parti, gli uomini scesi in campo in Europa hanno smaltito le fatiche, gli altri hanno lavorato col pallone. Lo schieramento era a forma di 4-3-3, il ritorno alla difesa a quattro non è da escludere. Reja le sta provando tutte, dopo Catania è tornato alla difesa a tre (3-4-3) instillando forze fresche nell’undici che ha affrontato i bulgari. E’ andata male. I big restano i più affidabili, per quanto in età avanzata danno maggiori garanzie rispetto ad alcuni giovani, la speranza è che reggano fisicamente.

 

LE DIFFERENZE –  Ci sono indizi attendibili e ci sono nodi da sciogliere. Nel 4-3-3 la difesa vedrebbe in linea Konko, Biava, Dias e Radu. A centrocampo agirebbero Gonzalez e Ledesma, andrebbe scelta la mezzala (Lulic?). Il bosniaco s’è esibito in questo ruolo nel derby, non ha convinto. In avanti Candreva e Klose sono certi del posto, Mauri (a riposo in Europa) sembra in vantaggio su Keita. Il 3-4-3 verrebbe disegnato con Biava, Dias e Radu davanti a Berisha. Konko, Gonzalez, Ledesma e Lulic chiuderebbero la cerniera di centrocampo. Candreva, Klose e Mauri (o Keita) si lancerebbero all’assalto del Sassuolo.

 

L’INFERMERIA – I recuperi di Biava e Dias hanno rallegrato Reja, sono stati certificati dal dottor Salvatori, uno dei medici sociali della società. Dal match europeo è uscito acciaccato Cavanda, è a disposizione: «Nessun problema da segnalare dal punto di vista clinico – ha dichiarato Salvatori a Lazio Style Radio – se non una contusione alla spalla sinistra per Cavanda ricevuta nel contesto del fallo che ha portato alla sua espulsione. Biava? Abbiamo preferito tenerlo a riposo visto che era reduce dalla problematica alla fascia plantare del piede. Ha fatto un bel lavoro per cui possiamo dire che per domenica non ci sarà alcun problema. Dias aveva avuto una problematica ai flessori, ma non molto importante, avevamo indagato dal punto di vista strumentale per dare tranquillità al ragazzo e per programmare un lavoro di un certo tipo» . Pereirinha migliora, sarà pronto la prossima settimana: «L’unico che attualmente lavora a parte è lui – ha concluso il dottor Salvatori – abbiamo fatto anche i controlli strumentali, sono risultati negativi. L’atleta riferisce un dolore residuo sempre più lieve, per noi può lavorare con la squadra, ma il mister ha preferito fargli svolgere un lavoro differente per riaverlo in gruppo durante la prossima settimana»

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy