CDS – Balotelli spento e troppo egoista Fuori Hernanes, la Lazio cambia

CDS – Balotelli spento e troppo egoista Fuori Hernanes, la Lazio cambia

MILANO – Più Kakà nel Milan che Hernanes nella Lazio. Due brasiliani dai volti contrapposti: gioioso Ricky che ha ritrovato (anche con il gol) il «suo» Milan mentre il Profeta (triste) non ha più una collocazione tattica ben precisa. Lazio timorosa, fin troppo, nel primo tempo. Milan un po’ più…

MILANO – Più Kakà nel Milan che Hernanes nella Lazio. Due brasiliani dai volti contrapposti: gioioso Ricky che ha ritrovato (anche con il gol) il «suo» Milan mentre il Profeta (triste) non ha più una collocazione tattica ben precisa. Lazio timorosa, fin troppo, nel primo tempo. Milan un po’ più spavaldo anche se in versione «natalizia» (4-3-2-1) ma con il solo Kakà in grado di accellerare in maniera davvero efficace. Lazio con il 4-4-2 ma la coppia Klose-Perea non tocca mai un pallone. Il Milan ha tre occasioni nitide da rete (Kakà 2 Balotelli 1). Ricky si piega alle necessità della squadra e ripiega a caccia di palloni giocabili. Balo vorrebbe un Milan al suo servizio. Egoista e farraginoso, sbatte contro il muro laziale.
Petkovic piazza Ledesma su Muntari ed Hernanes su Montolivo. Ma i due rossoneri viaggiano a rimorchio degli attaccanti con i due laziali superati e inutili. Così come è stato inutilizzabile Birsa, lontano da ogni rotta percorsa dal pallone quasi sempre dialogato fra Kakà e Balotelli.

 

 

Nell’intervallo Petkovic lascia negli spogliatoi Hernanes per Onazi. Questa è stata la mossa giusta che ha cambiato la Lazio e che ha decretato, forse, il crepuscolo di Hernanes. Una soluzione che dispone i biancocelesti con il 4-3-3 dove Candreva (a destra) affianca Klose e Perea. Ma, finalmente, il Milan torna nelle mani di Kakà. Gran gol, su assist di Balotelli, che illumina San Siro flagellato dalla pioggia battente. Petkovic cambia Perea con Floccari per cercare di dare maggior vigore a un attacco maledettamente anemico. Ci pensa Ciani a sfruttare l’ennesima amnesia (Montoliovo) difensiva del Milan. Matri entra per Birsa sul pari ma non è questa la mossa che cambia il destino di un Diavolo sempre più povero di punti.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy