CDS – Berisha, è ancora lite

CDS – Berisha, è ancora lite

E’ atteso domani al centro sportivo di Formello. Arriverà accompagnato da Lorik Cana, capitano dell’Albania, e da un’intervista che ha fatto rumore. Prima ancora di sbarcare a Roma, Etrit Berisha s’è consegnato (con una buona dose di avventatezza) un posto da titolare in Europa League e in Coppa Italia. Chissà…

E’ atteso domani al centro sportivo di Formello. Arriverà accompagnato da Lorik Cana, capitano dell’Albania, e da un’intervista che ha fatto rumore. Prima ancora di sbarcare a Roma, Etrit Berisha s’è consegnato (con una buona dose di avventatezza) un posto da titolare in Europa League e in Coppa Italia. Chissà come l’avrà presa Marchetti, che ha appena perso un partner affidabile e di esperienza come Bizzarri. L’albanese ieri sera era impegnato in Islanda con la nazionale del ct De Biasi a caccia di una qualificazione storica al Mondiale. E domenica troverà posto in panchina per sfidare il Chievo, che minaccia ricorsi. La telenovela ha tenuto banco per l’intera estate. La Lazio lo ha acquistato dal Kalmar, pagando poco meno di 500 mila euro il suo cartellino. Lotito si sente al riparo da cattive sorprese, due giorni fa ha ripetuto che possiede il nulla-osta di federcalcio italiana e svedese, lo ha tesserato e domenica verrà convocato per la partita con il Chievo. Sartori è convinto che non possa andare in panchina. «Vediamo chi ha ragione» hanno fatto sapere da Formello, dove per tutto il mese di agosto hanno lavorato e messo a fuoco i documenti. Tutto si può pensare, tranne che abbiano acquistato il portiere senza poterlo fare o rischiando squalifiche. Si sono convinti alla Lazio della linea assunta da Berisha e dal suo agente, che hanno sempre dichiarato falso e irregolare quel contratto depositato in Lega dal Chievo il 30 luglio.

PANCHINA? – Giovanni Sartori, diesse del Chievo, ieri è tornato a parlarne a Radio Manà Manà. «Berisha ha un impegno con noi, sottoscritto nei tempi e nei modi che la legge sportiva internazionale prevede. Non vogliamo entrare in polemica con la Lazio, confermo gli ottimi rapporti fra i presidenti Lotito e Campedelli, magari trovano una soluzione che però al momento non immagino quale possa essere… La mancanza del traduttore al momento della firma? Lasciamo perdere, non è quello il problema, peraltro non è nemmeno obbligatorio». A Verona lo aspettavano all’inizio del nuovo anno. «Noi abbiamo preso Berisha perchè era in scadenza di contratto con la sua ex squadra svedese, gioca in nazionale albanese, ha un profilo adatto per il Chievo. A gennaio lo aspettavamo per metterlo in competizione con Puggioni, il giudizio del campo avrebbe sancito chi sarebbe stato il titolare. Erano mesi che eravamo in contatto con lui, ne abbiamo parlato anche con il suo commissario tecnico De Biasi, con cui vantiamo una bella amicizia. Berisha aveva anche altre offerte dal campionato italiano ed inglese, in Premier League avrebbe potuto fare il dodicesimo di una grande squadra dietro un portiere top, ma ha scelto noi per avere più possibilità di giocare». Sartori è convinto che Berisha verrà squalificato. La Lazio e Lotito non la pensano così. «Se il procedimento italiano è normale, cosa che non si sa mai, Berisha rischia una squalifica per aver firmato due accordi depositati entrambi in Lega, dato che la Lazio caldeggia il proprio. Com’è possibile? Non credo che Berisha possa essere in panchina domenica all’Olimpico… Prima di lui, avevamo cercato Bizzarri dalla Lazio Successivamente abbiamo puntato tutto su Berisha. Ora noi siamo tranquilli, in attesa di vedere che succede».

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy