CDS – Biava e Dias favoriti, ma Cana spera ancora

CDS – Biava e Dias favoriti, ma Cana spera ancora

Il sole, questa è la notizia, s’è riaffacciato baciando l’eremo di Norcia alle sei del pomeriggio dopo un’intera giornata di pioggia e ha cominciato a scaldare la Lazio che stava correndo sul campo dell’hotel Salicone. Si sentiva bene Petkovic guidare i movimenti e si ascoltavano le voci dei giocatori che…

Il sole, questa è la notizia, s’è riaffacciato baciando l’eremo di Norcia alle sei del pomeriggio dopo un’intera giornata di pioggia e ha cominciato a scaldare la Lazio che stava correndo sul campo dell’hotel Salicone. Si sentiva bene Petkovic guidare i movimenti e si ascoltavano le voci dei giocatori che chiamavano il pallone durante l’esercitazione tattica, cominciando a trasmettere la tensione giusta che richiede la partita in arrivo. Allenamento intenso, segnali più incoraggianti rispetto ai ritmi blandi di mercoledì, indicazioni confermate. La Lazio è fatta o quasi. Petkovic ha scelto il modulo e ha un’idea quasi definitiva degli undici che scenderanno in campo dal primo minuto nel derby. Gli restano da risolvere due interrogativi: l’assortimento della coppia centrale di difesa (Biava e Dias favoriti su Cana) e le condizioni di Gonzalez, che ad oggi non può essere considerato titolare.

MEDIANO – L’uruguaiano non si è allenato. Solo cure fisioterapiche per provare a debellare il dolore alla pianta del piede destro provocato dalla fascite. Due giorni fa aveva almeno sostenuto la parte atletica dell’allenamento con la squadra, uscendo di scena nel momento in cui era entrato in gioco il pallone. Ieri neppure una corsa leggera. Una decisione presa dallo staff medico nel tentativo di riconsegnarlo in extremis a Petkovic. Sì, ma in quali condizioni? E potrebbero bastare due soli allenamenti (questa mattina a Norcia e domani pomeriggio a Formello) per convincere il tecnico a rischiare dall’inizio un giocatore che non garantisce novanta minuti? L’uruguaiano è un lottatore. «Proverò ad esserci sino all’ultimo» ha sospirato mentre stava firmando qualche autografo davanti ai cancelli dell’hotel Salicone. Oggi, però, è molto più probabile che il suo posto tocchi a Eddy Onazi, peraltro già titolare nell’ultimo derby di campionato, datato 8 aprile. Gonzalez andrà in panchina per dare il cambio, se necessario, nel finale e per disporre di un’alternativa a Konko (appena recuperato) diversa da Pereirinha.

 

DUBBIO – Onazi, anche ieri pomeriggio, si muoveva sulla stessa linea di Hernanes. Candreva a destra e Lulic a sinistra completavano il centrocampo a quattro. Niente trappole, nessun inganno. Ledesma si muoveva dall’altra parte, nella formazione con i fratini gialli, perché utilizzato da perno basso della manovra. Petkovic, durante le esercitazioni, lo tiene stabilmente a contatto dei due difensori. Ha fatto così per tutto l’anno. Cristian era quasi il terzo centrale davanti alla coppia centrale, ieri formata da Biava e Cana. Sul modulo non ci piove: Petkovic punterà sul 4-1-4-1, perché così consiglia la prudenza in una partita bloccata e che potrebbe arrivare ai supplementari, perché Klose sta bene e può fare reparto da solo, confidando negli inserimenti di Candreva, Lulic (in largo vantaggio su Mauri) ed Hernanes per trovare il gol capace di stendere la Roma, perché la formula con due punte indebolisce il centrocampo e ha scoperto una difesa troppo ballerina nelle ultime settimane. E questo resta il vero dilemma da sciogliere nelle prossime ore. Konko e Radu presidieranno le fasce. Davanti a Marchetti giocheranno due tra Biava, Dias e Cana. Uno resterà fuori. L’allenamento di ieri ha segnalato il tentativo di rimonta dell’albanese. In questo momento potrebbe farsi preferire per una condizione atletica brillante e per la personalità che trasmette. Dal punto di vista dell’intesa, dell’attenzione e dell’affidabilità in marcatura Biava e Dias sono considerati superiori da Petkovic e mantengono un lieve vantaggio, ma negli ultimi tempi hanno sofferto qualche battuta a vuoto. La scelta non è affatto scontata. Il tecnico di Sarajevo deciderà in extremis: Cana è ancora in corsa.

 

Corriere dello Sport
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy