CDS – Biava prolunga

CDS – Biava prolunga

ROMA – Il progetto parte dai rinnovi. Giuseppe Biava e il suo manager Giorgio Parretti ieri sera si trovavano a Villa San Sebastiano da Lotito. Sul tavolo il rinnovo del contratto in scadenza il 30 giugno. Le parti si erano date appuntamento dopo la finale di Coppa Italia. Deciso il…

ROMA – Il progetto parte dai rinnovi. Giuseppe Biava e il suo manager Giorgio Parretti ieri sera si trovavano a Villa San Sebastiano da Lotito. Sul tavolo il rinnovo del contratto in scadenza il 30 giugno. Le parti si erano date appuntamento dopo la finale di Coppa Italia. Deciso il presidente della Lazio a trattenere uno dei suoi pupilli: difensore di assoluta affidabilità e professionista serissimo. Convinto anche Biava a continuare l’avventura a Formello dove era arrivato (dal Genoa) nel gennaio 2010. A 36 anni compiuti può ancora essere importante per la squadra biancoceleste e lo ha dimostrato domenica nel derby di Coppa Italia, cancellando dal campo Mattia Destro. Biava, re degli anticipi, è stato il miglior difensore della Lazio nella stagione appena conclusa. Petkovic ne apprezza le capacità e l’attenzione in marcatura. C’è bisogno di ringiovanire l’organico, ma lo stopper lombardo è integro e ancora per una stagione può fare comodo alla Lazio magari senza essere considerato un titolare fisso o costretto a giocare quaranta partite. Nella notte, salvo clamorosi e inattesi colpi di scena, l’incontro con Lotito dovrebbe aver partorito l’intesa economica sul prolungamento sino al 2014.

DIFESA – Giuseppe Biava resterà alla Lazio, Andrè Dias potrebbe dare l’addio con una stagione di anticipo. L’ex capitano del San Paolo sta valutando alcune ipotesi esotiche (Cina e Dubai) oppure un ritorno in Brasile. Il ds Tare sta già cercando un nuovo difensore centrale da affiancare a Biava, Ciani e Cana. Pare stia guardando in Brasile e chissà che non rispuntino due nomi in passato già accostati alla Lazio. Uno sarebbe Rafael Toloi, ex Goias, da una stagione al San Paolo, classe ‘90. L’altro è Rhodolfo, difensore di 26 anni, un metro e 93, scadenza di contratto nel 2016. L’estate scorsa costava 4 milioni. In Europa fa gola Douglas Franco Teixiera, classe ‘88, stopper del Twente con passaporto olandese. Si svincola, è in scadenza, sta valutando diverse proposte, ma è attratto da Inghilterra e Germania più che dal campionato italiano. Lotito guarderà anche al mercato italiano, la Lega sta rendendo le norme più flessibili per evitare il ricorso esclusivo agli stranieri. Piacciono Davide Astori, 26 anni, centrale mancino del Cagliari controllato da Vigorelli, lo stesso manager di Floccari. Cellino chiede una decina di milioni per il suo cartellino e c’è la fila per prenderlo. Occhio al Genoa: l’estate scorsa Lotito aveva trattato a lungo Andreas Granqvist, nazionale svedese. Ha già compiuto 28 anni, ma Preziosi potrebbe essere disposto a cederlo in prestito con diritto di riscatto. E c’è l’opzione da esercitare su Matuzalem, preso a gennaio e vicino alla conferma. Può entrare nell’operazione.

COLLOQUI – Trame, ipotesi e scenari che cominceranno a prendere corpo tra qualche giorno. Lunedì Lotito e il ds Tare hanno cominciato ad approfondito i colloqui con Vladimir Petkovic, che ha esposto le sue valutazioni, le sue opinioni sull’organico in tema di rilancio per la prossima stagione. I colloqui continuano e proseguiranno in queste ore. Petkovic è stato chiaro, Lotito anche, non c’è molto da decidere se non come intervenire sulla Lazio che anche nella prossima stagione lotterà su tre fronti.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy