CDS – Bollini, la condizione è allenare

CDS – Bollini, la condizione è allenare

ROMA – Alberto Bollini aspetta la Lazio. O meglio: attende il rientro nella Capitale di Lotito e Tare per continuare la trattativa per il rinnovo del contratto. Che è in scadenza tra una manciata di giorni. I contatti sono avviatissimi, «ma bisogna sistemare alcune situazioni, per me questa è una…

ROMA – Alberto Bollini aspetta la Lazio. O meglio: attende il rientro nella Capitale di Lotito e Tare per continuare la trattativa per il rinnovo del contratto. Che è in scadenza tra una manciata di giorni. I contatti sono avviatissimi, «ma bisogna sistemare alcune situazioni, per me questa è una seconda famiglia», ammette Bollini che ha portato la Primavera biancoceleste sul tetto d’Italia dopo una cavalcata al limite dell’incredibile. Il matrimonio non è però così scontato. Perché Bollini vuole una panchina. E la dirigenza della Lazio ha in mente di offrirgli la direzione del settore giovanile e quindi un ruolo di supervisione, più da dirigente in giacca e cravatta che da istruttore-maestro in tuta. Ipotesi che va stretta a Bollini, abituato a insegnare calcio sul campo. Dietro c’è la candidatura di Simone Inzaghi che salirebbe di categoria dopo una stagione positiva negli Allievi Nazionali. Bisognerà aspettare qualche giorno per la fumata bianca o quella nera. In linea teorica, Bollini accetterebbe anche la guida degli Allievi pur di rimanere a Formello.

ALTRE PISTE – «Ho ricevuto delle offerte, non lo nego, la Lazio però viene prima di tutto. Certe cose non le dimentico: Velasco mi portò a Roma per la prima volta nel ‘99. Voglia di allenare i grandi? L’ho già fatto in passato, iniziando proprio dal Modena in un anno ricco di soddisfazioni». Parole chiare, chiarissime. Bollini ha mercato, tanto mercato. In passato era stato contattato dalla Cremonese, adesso è forte il pressing del Gubbio che cerca un allenatore per far ripartire il progetto in Lega Pro. La questione economica va messa in secondo piano. Ma la pista va tenuta in altissima considerazione. Perché gli umbri vogliono a tutti i costi Bollini. E lo considerano la prima e unica scelta.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy