CDS – Candreva è chiarissimo. La firma è vicina.

CDS – Candreva è chiarissimo. La firma è vicina.

A sentire e risentire le sue parole è come se avesse già firmato: «Ho trovato l’ambiente giusto per esprimermi al massimo, la mia volontà è rimanere qui. Voglio diventare un punto di riferimento nella Lazio, come Ledesma e Mauri» . Rinnovo, Champions, Mondiale, il futuro di Antonio Candreva è chiarissimo.…

A sentire e risentire le sue parole è come se avesse già firmato: «Ho trovato l’ambiente giusto per esprimermi al massimo, la mia volontà è rimanere qui. Voglio diventare un punto di riferimento nella Lazio, come Ledesma e Mauri» . Rinnovo, Champions, Mondiale, il futuro di Antonio Candreva è chiarissimo. Non è un profeta, sa cosa vuole dalla vita. Il suo rinnovo è più vicino, sembrano esserci meno difficoltà per arrivare alla firma. Candreva ha sentenziato qualche giorno fa, non ha solo parlato. E’ rinato a Roma, nella Lazio, qui si sente a casa. Lotito è pronto a blindarlo, sa che deve aumentargli l’ingaggio e non di poco. Candreva percepisce 800 mila euro a stagione, il suo valore di mercato è salito alle stelle, la promessa di adeguamento va mantenuta e così sarà. Ci sono stati dei contatti informali tra la fine di luglio e l’inizio di agosto, presto diventeranno ufficiali. L’incontro per il rinnovo dell’azzurro è imminente, era in programma al termine del mercato. Il mercato s’è chiuso, è bene incontrarsi. I procuratori di Candreva sono in allerta, attendono la chiamata. Si dovrà trattare sulla cifra, le operazioni di rinnovo non sono mai semplici con Lotito, ma negli ultimi anni hanno fatto registrare qualche patema in meno.

IL RISCATTO – Candreva dovrà firmare con la Lazio, è una condizione necessaria per riscattare interamente il suo cartellino. Il primo tentativo è fallito: Lotito ha provato ad inserire Kozak nell’affare, ma l’accordo con l’Udinese non è stato trovato. Se ne riparlerà a giugno a meno che il patron laziale non decida di tentare un nuovo assalto a gennaio. E’ un peccato, l’operazione (ad agosto) si sarebbe trasformata in un colpo di mercato. Candreva è diventato un top player, non può essere perso. Lotito non se lo farà sfuggire, l’ha giurato. Ha un buon rapporto con la famiglia Pozzo, i dirigenti friulani hanno assicurato un trattamento di favore alla Lazio. Fa piacere saperlo, ma nel mercato le parole contano poco, pesano i fatti. Il riscatto di Candreva andrà chiuso entro maggio evitando di correre rischi a giugno, il pericolo di dover ricorrere alle buste esiste, va scongiurato. I SOGNI – Candreva corre e sogna da un anno e passa. S’è rilanciato con la Lazio, s’è rilanciato con l’Italia. Ha riconquistato il posto in Nazionale, ha stupito con la maglia azzurra. Lavora per vivere un grande Mondiale, ha fatto le prove generali durante la Confederations Cup. Prandelli lo considera un punto fermo nel nuovo gruppo, spesso lo promuove titolare: «Il mio Mondiale passa per una grande annata con la Lazio – ha detto ieri al termine dell’allenamento degli azzurri – per questo raddoppierò i miei sforzi. Prandelli mi vuole imprevedibile, cosa significa? Svariare a destra, a sinistra, tra le linee. Contro la Bulgaria abbiamo fatto fatica, lo sapevamo. Siamo concentratissimi per la prossima sfida, ci mancano tre punti per il Mondiale, non ci faremo sorprendere» . Sarà una stagione lunghissima per Antonio: inseguirà la Champions con la Lazio, si terrà pronto per firmare il contratto, si allenerà per arrivare carico in Brasile. Ha ritrovato il suo mondo, non ha intenzione di perderlo. In passato ha sofferto, in futuro si vede felice. (Corriere dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy