CDS – E Biglia vuole la Lazio

CDS – E Biglia vuole la Lazio

E’ Biglia l’uomo della Lazio, il centrocampista scelto per rinforzare il reparto. Si può chiudere entro maggio, la società è pronta a lanciare l’assalto finale. Lotito e Tare hanno il sì del giocatore, devono trovare l’accordo con l’Anderlecht. E va trovato in fretta, lo Spartak Mosca sta provando ad inserirsi…

E’ Biglia l’uomo della Lazio, il centrocampista scelto per rinforzare il reparto. Si può chiudere entro maggio, la società è pronta a lanciare l’assalto finale. Lotito e Tare hanno il sì del giocatore, devono trovare l’accordo con l’Anderlecht. E va trovato in fretta, lo Spartak Mosca sta provando ad inserirsi nell’operazione. I russi hanno offerto cinque milioni di euro più il cartellino di Demi De Zeeuw, centrocampista olandese che nei mesi scorsi è stato ceduto in prestito al club belga. L’Anderlecht ha preso tempo, il rendimento offerto da De Zeeuw non ha convinto. Biglia ha una preferenza, è l’Italia, è stato chiaro col suo club. La Lazio ha iniziato a seguirlo nel 2009, il pensiero di giocare a Roma l’ha sfiorato e tentato più volte. L’occasione si è ripresentata, vuole coglierla al volo. Biglia ha passaporto italiano, le sue origini sono fiorentine. Ha 27 anni, gioca in Belgio dal 2006, ha un contratto sino al 2015, ha deciso di cambiare aria. La Lazio ha fatto colpo su di lui, la società conta sulla sua volontà, sul desiderio di indossare la maglia biancoceleste.

LA CHIAVE – Biglia vuole la Lazio, è innegabile. Ma prima di sancire il matrimonio va siglato l’accordo tra i club, è mancante. L’Anderlecht valuta il giocatore otto milioni di euro, Lotito sta provando ad abbassare il prezzo inserendo nell’operazione alcuni bonus legati all’utilizzo del centrocampista e al piazzamento della Lazio. «Il club biancoceleste ha offerto 5,5 milioni di euro per Biglia» , hanno scritto alcuni media ieri in Belgio. Non ci sono certezze sull’ammontare della proposta recapitata dalla Lazio. Una cosa è sicura: Biglia è uno dei giocatori messi nel mirino, scelti per costruire la squadra della prossima stagione. Il club lavora per chiudere la seconda operazione (la prima ha regalato il baby bomber Perea). Biglia ha 27 anni, se arriverà (come sembra) sarà uno dei giocatori più “vecchi”, gli altri acquisti non supereranno i 25 anni, l’indirizzo della società è preciso.

FELIPE ANDERSON – Biglia più Felipe Anderson, nel progetto di mercato i loro nomi sono associati. Il fenomeno del Santos non è un sogno svanito, i dirigenti continuano a lavorare per strapparlo alla concorrenza. L’acquisto fu vicino a gennaio, è stato posticipato a luglio. Non serviranno missioni brasiliane, il presidente Lotito e il diesse Tare contano di chiudere trattando dall’Italia. Felipe Anderson disse sì alla Lazio nei mesi scorsi, su quel sì è stata impostata la trattativa finale. C’è un ostacolo da superare, è sempre lo stesso: manca l’accordo col fondo inglese che detiene una parte del cartellino del giocatore, la Lazio resta ottimista.

BACCA E SUAREZ – Attacco, tanti candidati, la spunterà solo uno. Bacca del Bruges e Suarez dell’Anderlecht restano in pole, piace Eder del Braga, sono stati proposti lo sloveno Matavz del Psv Eindhoven e l’argentino Di Santo del Wigan (si libera a giugno). Tare valuta ogni profilo, deve scegliere l’uomo-gol giusto, il partner ideale per Klose, l’attaccante che sarà in grado di raccogliere la sua pesantissima eredità.

PEREIRA – Si seguono anche esterni offensivi, una traccia è stata lasciata in Portogallo. La Lazio ha studiato per mesi Ricardo Pereira del Vitoria Guimaraes, è un talento classe 1993. Esterni, uomini di corsa, si è fatto il nome di Alessio Sestu del Siena, cursore destro, è in scadenza a giugno. E’ cresciuto nel settore giovanile biancoceleste, sarà tesserabile a parametro zero.

Corriere dell Sport


0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy