CDS – I Giovani: Già preso Perea per 3,8 milioni. Rozzi da blindare

CDS – I Giovani: Già preso Perea per 3,8 milioni. Rozzi da blindare

Il primo acquisto Lotito lo ha formalizzato all’inizio di febbraio per luglio. E’ costato 3,8 milioni di euro. Si tratta di Brayan Perea, attaccante colombiano del Deportivo Cali, 19 anni. Ha vinto il Sudamericano Under 20, a giugno sarà impegnato nel Mondiale di categoria in Turchia. E’ atteso a Roma…

Il primo acquisto Lotito lo ha formalizzato all’inizio di febbraio per luglio. E’ costato 3,8 milioni di euro. Si tratta di Brayan Perea, attaccante colombiano del Deportivo Cali, 19 anni. Ha vinto il Sudamericano Under 20, a giugno sarà impegnato nel Mondiale di categoria in Turchia. E’ atteso a Roma per le visite mediche, sta giocando nel campionato colombiano. E’ un attaccante di movimento. Nonostante sia alto un metro e 90, sa svariare sull’intero fronte d’attacco e gioca anche da esterno offensivo. Perea si unirà alla Lazio per il ritiro di Auronzo di Cadore e resterà nel parco attaccanti per la prossima stagione. Il ds Tare sta lavorando da tempo per rinforzare la Primavera e garantire un adeguato ricambio alla prima squadra. Questa è stata la stagione del definitivo salto di Eddy Onazi, svezzato da Bollini e diventato quasi un titolare con Petkovic dopo l’esperienza in Coppa d’Africa. Dietro al centrocampista nigeriano, ci sono altri ragazzi di belle speranze. E’ da blindare Antonio Rozzi, attaccante classe ‘94: quest’anno si è sempre allenato con Petkovic, ha giocato spezzoni di partita in Europa League e in Coppa Italia. Deve rinnovare il contratto, poi si deciderà il suo futuro. Rozzi, tifoso biancoceleste, si sente legatissimo alla Lazio. Forse l’anno prossimo potrebbe andare a giocare, magari a Salerno, in Lega Pro, oppure in B, a patto di avere garanzie tecniche.

SORPRESE – Petkovic ha fatto debuttare con la Juve anche Luca Crecco, diciottenne centrocampista mancino, già proiettato sul finire della passata stagione dagli Allievi di Inzaghi alla Primavera di Bollini. C’è grande curiosità per la crescita di Danilo Cataldi, centrocampista di grande eleganza e fine palleggio: non ha ancora esordito in prima squadra. Dietro scalpitano tre stranieri che sono stati tesserati nei mesi scorsi e che stanno facendo la differenza con la Primavera. Si tratta degli ex blaugrana Keita e Mamadou Tounkara e del serbo-svizzero Milos Antic. Keita è un attaccante esterno, classe ‘95: Lotito e il ds Tare gli hanno disegnato un percorso per arrivare in prima squadra. Dopo qualche mese di addestramento, a luglio dovrebbe essere convocato per il ritiro da Petkovic. Tounkara è del ‘96 ed è atteso almeno da un’altra stagione nel campionato Primavera. Ha già ottenuto una convocazione l’ex Grasshoppers, preso dalla Lazio alla fine di agosto pagando un modesto indennizzo (100 mila euro): Mihajlovic potrebbe convocarlo per l’under 21 serba. Antic possiede anche il passaporto svizzero ed è stato preso con lo status di comunitario.

 

Corriere dello Sport
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy