CDS – I primi calci a 4 anni

CDS – I primi calci a 4 anni

ROMA – Lucas Biglia, detto el Principito (il principino), è figlio di Miguel Angel “Pego” Biglia e di Estela Siri. Ha quattro fratelli, si chiamano Cristian, Karina, Jonathan e Blas. E’ sposato con Cecilia Ambrosio, sua coetanea, dal loro amore è nata la piccola Allegra (4 anni). Lucas è nato…

ROMA – Lucas Biglia, detto el Principito (il principino), è figlio di Miguel Angel “Pego” Biglia e di Estela Siri. Ha quattro fratelli, si chiamano Cristian, Karina, Jonathan e Blas. E’ sposato con Cecilia Ambrosio, sua coetanea, dal loro amore è nata la piccola Allegra (4 anni). Lucas è nato a Mercedes (provincia di Buenos Aires), è molto legato alla sua famiglia, in particolare alla nonna materna Otilia Brovelli: «La amo tanto, io e la mia famiglia le dobbiamo molto». Lucas ha origini fiorentine, i suoi avi partirono dalla Toscana tanti anni fa. Ha iniziato a giocare a calcio a 4 anni nel club Quilmes, tra i tecnici che l’hanno svezzato c’è stato il papà “Pego” (ex giocatore del Mercedes divenuto allenatore di successo a livello giovanile).
E’ nato centrocampista centrale, eccelleva rispetto ai compagni perché correva per tutto il campo e attaccava. Lucas “leggeva” il gioco, recuperava i palloni e li smistava con intelligenza. Fu il padre ad influenzare il suo calcio, gli insegnò a vivere e a giocare, a muoversi in campo e in società. Papà Biglia, quando Lucas aveva 10 anni, iniziò a gestire a Mercedes una squadra-satellite dell’Argentinos Juniors, partì così la scalata di Lucas: «Debuttai a 17 anni nell’Argentinos, la squadra era in B. Fummo promossi, ma giocai poche partite. Andai in prestito all’Independiente, rimasi un anno e mezzo. A 20 anni scelsi l’Anderlecht», raccontò una volta in Argentina. Biglia vuole arrivare presto in Italia, nel Paese dei suoi antenati.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy