CDS – Il derby comincia a Istanbul

CDS – Il derby comincia a Istanbul

ROMA – L’allenamento sotto la pioggia di Formello, le risposte positive di Mauri e Klose, la prova di Lulic sulla fascia destra. E mezza giornata di riposo. La Lazio si ritroverà alle 9 questa mattina a Formello: alle 10,30 il decollo in charter da Fiumicino, due ore e 45 minuti…

ROMA – L’allenamento sotto la pioggia di Formello, le risposte positive di Mauri e Klose, la prova di Lulic sulla fascia destra. E mezza giornata di riposo. La Lazio si ritroverà alle 9 questa mattina a Formello: alle 10,30 il decollo in charter da Fiumicino, due ore e 45 minuti di volo per raggiungere Istanbul. Alle 18 italiane la conferenza stampa di Petkovic allo stadio Sukru Saracoglu, riaperto dall’Uefa dopo due turni di squalifica scontati nelle partite con il Bate Borisov e il Viktoria Plzen. E’ annunciato l’esaurito, quasi cinquantamila spettatori, di cui 473 provenienti da Roma. Polizia turca e Uefa terranno gli occhi aperti: sul Fenerbahçe pende l’estromissione (pena sospesa) dalla prossima edizione delle coppe europee, la Lazio giocherà a porte chiuse i quarti di ritorno e i suoi tifosi domani verranno guardati con la lente di ingrandimento. Anche domenica scorsa all’Olimpico sono stati esposti striscioni di protesta nei confronti di Platini. Sarà il caso di concentrarsi sul campo, evitando di provocare altre multe ai danni della società biancoceleste, che ha preferito rinunciare al ricorso al Tas.

ARBITRO – Si punta alla semifinale, che la Lazio non centra da dieci anni. La squadra guidata da Mancini venne fermata dal Porto di Mourinho dopo aver eliminato nei quarti il Besiktas. Era il 20 marzo 2003 e i biancocelesti, nel giorno in cui scoppiava la seconda Guerra del Golfo in Iraq, vincevano 2-0 a Istanbul con i gol di Fiore e Castroman. Petkovic si augura che il precedente sia favorevole. Si presenta con il miglior attacco dell’Europa League e il primato di imbattibilità, 7 vittorie e 5 pareggi in 12 partite compresi i play off di fine agosto con gli sloveni del Mura. Ci vorrà un briciolo di buona sorte e un arbitraggio imparziale. L’Uefa ha designato lo scozzese William Collum, 34 anni, insegnante di Glasgow. Dicono abbia il rigore facile nel fischietto. E allora occhi aperti in area di rigore.

VIAGGIO – Si tratterà di una lunghissima trasferta. Nell’ottica del derby e per evitare un rientro all’alba, giovedì notte la Lazio dormirà a Istanbul. In terra turca è previsto un leggero allenamento alle 11 di venerdì mattina, dopo l’ora di pranzo il ritorno a Roma con atterraggio a Fiumicino previsto intorno alle 17. Petkovic convocherà 19 giocatori, compresi i baby Guerrieri (terzo portiere), più Crecco (centrocampista) e Rozzi (attaccante) per la panchina. A Formello resteranno gli infortunati Konko, Dias, Brocchi, Pereirinha più Saha e Stankevicius, fuori lista Uefa. Ci sono almeno tre dubbi da sciogliere per la formazione da opporre al Fenerbahçe.

INTERROGATIVI – Sulla linea difensiva Petkovic deve battezzare il terzino destro. Gonzalez potrebbe essere confermato, ma ieri è stato provato anche Lulic. Cana e Ciani dovrebbe formare la coppia centrale. Radu si muoverà da terzino sinistro. Ciani è in ballottaggio con Biava. Il francese potrebbe vedersela in marcatura con Moussa Sow, che conosce bene per la lunga militanza in Ligue 1. Si sono affrontati quando vestivano le maglie di Bordeaux e Lilla ma anche in precedenza, quando Sow trascinava il Rennes e Ciani giocava nella difesa del Lorient. Petkovic ha intenzione di iniziare con Ederson e Kozak. Possibile il 4-2-3-1 a specchio con il Fenerbahçe. La scelta del terzino destro (Gonzalez o Lulic) dipende dall’allestimento del centrocampo. Vlado deve decidere se impiegare o meno Hernanes, apparso stanco con il Catania, ed ha appena recuperato Mauri. Candreva, Onazi e Ledesma dovrebbero entrare nel blocco dei titolari.

Fonte: Il Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy