CDS – Klose, imperatore del gol

CDS – Klose, imperatore del gol

Preso Gerd Müller, ora insegue Ronaldo e l’appuntamento con la storia, fissato a giugno in Brasile, nella terra del calcio. Miroslav Klose può sfilare il record al Fenomeno diventando il miglior marcatore di sempre nelle fasi finali del Mondiale. Ne ha realizzati 15 in tre diverse edizioni (5 in Giappone…

Preso Gerd Müller, ora insegue Ronaldo e l’appuntamento con la storia, fissato a giugno in Brasile, nella terra del calcio. Miroslav Klose può sfilare il record al Fenomeno diventando il miglior marcatore di sempre nelle fasi finali del Mondiale. Ne ha realizzati 15 in tre diverse edizioni (5 in Giappone e Corea nel 2002, 7 in Germania nel 2006, 5 in Sudafrica nel 2010) e possiede le garanzie del ct Loew, che non lo ha mai discusso. Se sta bene, il posto è suo e Mario Gomez si accomoda in panchina. Gli basta un gol per agganciare Ronaldo, fermo a quota 16. Riuscisse a segnarne due, lo scavalcherebbe, centrando un’impresa epica nel torneo che quasi certamente segnerà il suo addio al calcio. Un’uscita di scena ad altissimo livello, da vero fuoriclasse. Per capirne lo spessore, è sufficiente dare un’occhiata ai cannonieri mondiali di sempre. Ronaldo (16) e Klose (15) precedono Gerd Müller (14), il francese Just Fontaine (13), Pelè (12), l’ungherese Kocsis e Klinsmann (11). E ancora un plotone (Rahn, Cubillas, Lineker, Lato e Batistuta) a quota 10 più i nostri Pablito Rossi, Roby Baggio e Vieri a 9 con Seeler, Jairzinho, Eusebio, Vavà e Rummenigge. La storia. Di più: il calcio.

BOMBER – E’ quello che rappresenta Miroslav Klose, centravanti della Lazio. Gli bastano un soffio di vento e qualche goccia di energia per mettere il pallone in rete. Neppure un asso come Dragovic, l’austriaco ex Basilea acquistato dallo Zenit, è riuscito a fermarlo. Movimento da manuale e da portare alle scuole calcio. Miro gli girava intorno, lo ha preso e inchiodato alle spalle. Ha fintato di correre verso il dischetto dell’area di rigore, ha cambiato direzione portandosi sul primo palo nell’attimo precedente al cross di Thomas Müller dalla fascia destra. Un altro segno del destino. Piattone rimpallato e gol, il sessantottesimo della carriera in 129 presenze. Dodici anni di prodezze che gli hanno permesso di raggiungere Gerd Müller. «Posso anche superarlo, ma lui resta il bomber» ha sempre raccontato l’attaccante di origine polacca. E due sere fa a Monaco di Baviera, nel suo vecchio stadio, gli ha reso omaggio. «Il record significa tanto per me. Ma non posso paragonarmi a Gerd, nessuno può farlo, ha impiegato molte meno partite per segnare gli stessi gol» ha osservato Klose, attento ai numeri. Müller riuscì a firmarne 68 in 62 presenze con la nazionale. Miro preparava l’aggancio da un anno. L’ultima impresa, una doppietta, risaliva al 4-4 con la Svezia di Ibra nell’ottobre 2012. Il sorpasso potrebbe realizzarlo martedì con le isole Far Oer. Il ct Loew ci conta. «E’ un bene che il record sia caduto, ora Klose segnerà anche il sessantonovesimo» . Una vittoria proietterebbe matematicamente la Germania ai Mondiali, che Klose non ha mai vinto. Alla sua prima partecipazione, nel 2002, si arrese al Brasile di Ronaldo, proprio lui, autore di una doppietta nella finale di Yokohama. A giugno avrà un’altra possibilità, l’ultima di una carriera leggendaria.

YILMAZ – E’ bene che la Lazio se lo goda e lo preservi in questi mesi. Sarebbe servita un’altra punta di livello per gestirlo meglio e non stressarlo di impegni. Klose, prima del Mondiale, cercherà di aiutare Petkovic a centrare la Champions, smentendo gli scettici e il ruolino di marcia dei suoi primi due campionati di serie A, in cui si era fermato nel girone di ritorno a causa degli infortuni (uno stiramento e una lesione al ginocchio). Il 31 agosto a Torino ha segnato il suo primo gol in carriera alla Juventus. Non è servito a evitare il cappotto, ma è stato un bel modo per cominciare con la Lazio. Fosse la stagione in cui Klose riesce a far crollare tutti i record, l’ombra di Yilmaz si dissolverebbe in fretta… 

 

Corriere dello Sport
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy