CDS – Lazio, Biglia cerca casa

CDS – Lazio, Biglia cerca casa

ROMA – Bienvenido Principito , regista di gioco e sogni. Un tifoso, un addetto aeroportuale, l’ha accolto regalandogli una foto della Coppa Italia, un “santino” di buon auspicio. Eccolo qui Lucas Biglia, col ciuffo ribelle biondo, gli occhi chiari, il viso poco abbronzato, silenzioso per via delle consegne, ma tanto…

ROMA – Bienvenido Principito , regista di gioco e sogni. Un tifoso, un addetto aeroportuale, l’ha accolto regalandogli una foto della Coppa Italia, un “santino” di buon auspicio. Eccolo qui Lucas Biglia, col ciuffo ribelle biondo, gli occhi chiari, il viso poco abbronzato, silenzioso per via delle consegne, ma tanto felice nonostante la mascella serrata che lo faceva sembrare teso. Eccolo, è arrivato ieri in silenzio. E’ il nuovo regista della Lazio, il terzo acquisto di Lotito su quattro (sarà incarnato da Felipe Anderson). Borsa a tracolla, maglia nera con scritta sgargiante e stampa extralarge, bocca cucita, neppure un ciao, non è ancora permesso, magari l’Anderlecht s’infuria. E’ un po’ paisà , il Principito. Ha origini italiane, fiorentine per la precisione. E’ sbarcato a Roma col volo Ar 1140 proveniente da Buenos Aires, ha messo piede a Fiumicino intorno alle 18.15, era accompagnato dal manager Enzo Montepaone, era atteso dal team manager Maurizio Manzini e dall’addetto stampa Sinibaldi. Biglia potrebbe aver incontrato Lotito ieri a tarda sera, altrimenti lo farà oggi: c’è da firmare il contratto quinquennale (non quadriennale) che lo legherà ai biancocelesti. L’operazione è stata definita da tempo con l’Anderlecht, sino a ieri c’erano da compiere gli ultimi passi burocratici, le operazioni internazionali non sono mai snelle e semplici. Venerdì scorso a Roma era sbarcato Herman Van Holsbeeck, il diesse del club belga, si era incontrato con Lotito per sciogliere alcuni nodi, per risolvere alcune pendenze e siglare le intese (c’erano da pagare alcune commissioni agli intermediari dell’affare).

CERCA CASA – Biglia ha vissuto il primo giorno da biancoceleste, le prime ore sarebbe meglio dire. Approfitterà del blitz per visitare alcune case, ad agosto lo raggiungerà la famiglia. Non rimarrà molto nella Capitale, in serata dovrebbe ripartire, le visite mediche le effettuerà la prossima settimana (si svolgeranno dall’8 al 10 in Paideia). Lucas e la moglie Cecilia attendono il secondo figlio, nascerà a settembre a Roma: «Mi piace il fatto che mio figlio nascerà in Italia» , confessò il centrocampista poco tempo fa. Biglia ha avverato un sogno, l’Italia era nel suo destino: «Il mio desiderio era quello di arrivare in un campionato così speciale e in una grande squadra. La Lazio ha avuto sempre tanti campioni argentini, ha una rosa ottima per competere ad alti livelli» , aggiunse in un’intervista rilasciata nel suo Paese. Biglia ha ritrovato il sorriso negli ultimi mesi, a gennaio fu sull’orlo della depressione. Si è rialzato, a maggio ha rivinto lo scudetto con l’Anderlecht, nell’ultima partita decise il titolo realizzando un gran gol. Ha scelto la Lazio per compiere il salto di qualità, per conquistare definitivamente l’Argentina e strappare la convocazione ai prossimi Mondiali. Il cittì Sabella l’ha preso in considerazione a inizio giugno, gli ha consigliato di giocare in Italia, dev’essere il suo nuovo trampolino di lancio. Gli ha dato spazio nelle ultime uscite, l’ha promosso anche titolare. Biglia non vuole sprecare le occasioni avute e quelle che verranno.

LAZIARGENTINA – Biglia è il trentesimo argentino della storia biancoceleste, il ventinovesimo era stato il difensore centrale Diego Novaretti, sbarcato a Roma a metà giugno. Lucas abbraccerà presto Cristian Ledesma, tutti insieme rinverdiranno la tradizione della “Laziargentina”: Formello è stata sempre popolata da campioni della Seleccion . Biglia ieri è rimasto zitto e muto, fin quando non firmerà non potrà rilasciare dichiarazioni. E’ un vincente, in Belgio ha conquistato quattro scudetti, ha giocato 187 partite di campionato, ha accumulato esperienza anche in Europa (55 presenze tra Uefa e Champions League) con la maglia biancomalva dell’Anderlecht. Biglia è arrivato, Felipe Anderson è in arrivo. Qualcuno dice che sbarcherà oggi, altri affermano che sarà a Roma tra lunedì e martedì. A Fiumicino è viavai.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy