CDS – Lazio-Elez, si può chiudere

CDS – Lazio-Elez, si può chiudere

ROMA – Indiscrezioni confermate: si tratta per Hysaj ed Elez, al centro del mercato laziale (Anderson a parte) ci sono due ragazzi classe 1994, un centrale possente e un terzino tuttofare. Le due trattative viaggiano su un binario parallelo, ecco gli aggiornamenti. HYSAJ – Elseid Hysaj è il prescelto per…

ROMA – Indiscrezioni confermate: si tratta per Hysaj ed Elez, al centro del mercato laziale (Anderson a parte) ci sono due ragazzi classe 1994, un centrale possente e un terzino tuttofare. Le due trattative viaggiano su un binario parallelo, ecco gli aggiornamenti.

HYSAJ – Elseid Hysaj è il prescelto per rinforzare le fasce, sa adattarsi a destra e a sinistra. L’assalto è partito, il manager del giocatore, Marco Piccioli, è in parola con la Lazio, il prossimo passo deve portare all’accordo con l’Empoli. Da oggi in poi ogni giorno è buono per favorire il summit di mercato tra i biancocelesti e i toscani. Si sono registrate le parole del presidente Fabrizio Corsi, ha aperto ad una cessione in comproprietà: «Potrei cederlo solo in comproprietà, ma non ho sentito nessuno della Lazio per parlare di Hysaj – ha dichiarato il numero uno dell’Empoli a Radio Manà Manà – so che il giocatore albanese è sul taccuino di almeno due club di serie A. Con Lotito mi lega un rapporto di stima, lo reputo un personaggio pittoresco, simpatico, dai grandi valori e dalla grande capacità di gestione di una società, evidentemente finora non ha avuto il tempo di parlare con me» . L’Empoli non lo dice ufficialmente, ma valuta Hysaj quattro milioni di euro (la comproprietà si chiuderebbe versando nelle casse dei toscani due milioni di euro). La Lazio inizialmente aveva pensato di inserire una contropartita tecnica per abbassare il costo dell’operazione, all’Empoli piace l’attaccante Rozzi: «Contropartite tecniche dalla Lazio? Qualche tempo fa mi impressionò Rozzi, ma ripeto è prematuro parlarne finché non sentirò Lotito» . Hysaj, 30 presenze nell’ultimo campionato cadetto, 1,80 di altezza, gran fisico, ha un contratto sino al 2015. E’ giovane, ha già un costo alto. Non è facile trattare neppure in Italia, le valutazioni dei giocatori più promettenti lievitano velocemente pur se si sono appena affacciati nel calcio dei grandi. Il terzino albanese spinge, sogna di giocare a Roma, nella squadra di Tare e di Lorik Cana, due suoi connazionali.

ELEZ – E la Lazio sta accelerando anche per Josip Elez, difensore centrale, 1,89 di altezza, fa parte dell’under 19 croata. I contatti con l’Hajduk Spalato sono continui, i biancocelesti vorrebbero chiudere a breve. Da lunedì i croati saranno comunitari, i tesseramenti saranno liberi, si aprirà un nuovo fronte di mercato. La Lazio pescherà subito in Croazia, terra di talenti. Elez è stato visionato da Tare a dicembre, il diesse rimase colpito dal suo talento durante il trofeo Wojtyla, scrisse il nome sul taccuino. I colloqui sono iniziati nelle scorse settimane, si sono intensificati lunedì, 24 ore dopo il ritorno del dirigente albanese dal Brasile. Elez è allenato da Igor Tudor, l’ex difensore della Juventus ha parlato bene di lui, lo considera un talento puro, uno dei più forti del calcio croato.

L’OFFERTA – Lazio e Hajduk trattano sul prezzo: il club di Spalato valuta il giocatore 700 mila euro e vorrebbe avere la garanzia di una percentuale di incasso legata all’eventuale futura vendita del giocatore. Lotito è partito da una base di 400 mila euro, è salito a 500 mila euro. Martin Brbic, il presidente del club croato, chiede più soldi: «Confermo che la Lazio ha fatto un’offerta però non ci soddisfa – ha detto a tuttomercatoweb – a queste condizioni Elez non si vende. Ringraziamo la Lazio per l’interesse, ma non riteniamo la proposta sufficientemente alta. Le possibilità per parlare ci sono sempre, noi abbiamo la nostra politica, le nostre condizioni. Elez è un giocatore giovane con un grande futuro e non abbiamo alcuna fretta di venderlo» .

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy