CDS – Lazio-Yilmaz nuova offerta

CDS – Lazio-Yilmaz nuova offerta

Si tratta, ora non lo dicono solo in Turchia. Si tratta per Yilmaz, c’è stato un contatto diretto tra Lotito e Unal Aysal, il presidente del Galatasaray. La Lazio ha provato a strappare un prestito con riscatto, ma non ha fatto centro. Lotito non ha mollato la presa, ha rilanciato…

Si tratta, ora non lo dicono solo in Turchia. Si tratta per Yilmaz, c’è stato un contatto diretto tra Lotito e Unal Aysal, il presidente del Galatasaray. La Lazio ha provato a strappare un prestito con riscatto, ma non ha fatto centro. Lotito non ha mollato la presa, ha rilanciato offrendo 10 milioni di euro pagabili in quattro rate annuali. Il Galatasaray valuta l’attaccante 15 milioni, secondo fonti turche direbbe sì ad un’offerta di 13 milioni di euro. La distanza è ancora ampia, va colmata. Il Galatasaray, in caso di vendita di Yilmaz, deve riconoscere il 25% dell’incasso al Trabzonspor, l’ex società del giocatore, ecco perché vuole incassare più soldi possibili.

LA SVOLTA – La Lazio ha lanciato l’assalto, col passare dei giorni arrivano conferme. Il manager di Yilmaz, Alì Egesel (lo stesso che trattò con la Lazio un anno fa), ha incontrato Unal Aysal nei giorni scorsi. Il summit è servito per fissare il prezzo di Yilmaz: 15 milioni. Lotito e Tare lavorano senza dare nell’occhio, se occorre anche negando l’evidenza, non è la prima volta che accade. L’idea Yilmaz, un anno dopo, è rinata come una tentazione. L’attaccante è in rotta con Terim, ha saltato il match di Supercoppa col Fenerbahce per un infortunio (versione ufficiale), in realtà hanno pesato gli attriti avuti col suo allenatore, l’esclusione non è stata casuale. Burak è tornato al gol lunedì sera contro il Gaziantepspor, ha realizzato un rigore: ha chiesto a Felipe Melo di batterlo, non ha fallito. Yilmaz ha firmato anche un assist, l’ha sfruttato Sneijder (ex interista). Aveva voglia di gloria, Burak. E’ entrato in crisi, le otto reti firmate nell’ultima edizione della Champions sembrano solo un ricordo, la presenza in rosa di Drogba gli ha tolto spazio. Terim sta applicando il 4-1-4-1, sta puntando principalmente sull’ex attaccante del Chelsea. Yilmaz vuole cambiare aria, ha contattato la Lazio tramite il suo manager. Un anno fa accolse con piacere l’invito di Lotito e Tare, ma la trattativa fallì. Lotito non è rimasto a guardare, le condizioni per chiudere l’affare esistono: il giocatore ha chiesto la cessione e il Galatasaray s’è schierato dalla parte di Terim.

PEREA – La Lazio deve superare gli ostacoli economici, in particolare quelli legati al cartellino del giocatore. Yilmaz, assicurano i beninformati, sarebbe pronto a tagliarsi l’ingaggio, in Turchia guadagna circa 3 milioni di euro (cifra comprensiva di alcuni bonus). La Lazio non offre più di 2,5 milioni di euro. E Perea? Bella domanda. Se Lotito riuscirà ad arrivare ad Yilmaz rinuncerà al baby colombiano almeno per questa stagione (c’è un solo posto da extracomunitario a disposizione, in realtà sarà libero appena verrà ceduto il difensore Adeleke, ex Primavera e Salernitana). Tare crede molto nel ragazzo, ma lo spessore di Yilmaz è diverso, è un attaccante pronto, di sicuro affidamento, fu lui a puntarci per primo 12 mesi fa. Perea potrebbe restare al Deportivo Cali (il suo vecchio club), arriverebbe tra un anno. L’operazione Yilmaz prevede tempi abbastanza lunghi, il mercato chiuderà il 2 settembre, ogni giorno sarà utile per trattare, potrebbe essere anche organizzata una missione in Turchia per sancire l’affare.
BERISHA – Un attaccante e un vice Marchetti, il mercato della Lazio ruota attorno a queste necessità. Etrit Berisha è il prescelto per il ruolo di secondo portiere, dall’Albania scrivono che «entro questa settimana sbarcherà a Roma, forse giovedì» . L’affare Berisha s’è trasformato subito in una telenovela tanto per cambiare. Il Chievo ha depositato un contratto con decorrenza da gennaio 2014, il ragazzo (è in scadenza a dicembre) nega di aver firmato accordi di suo pugno. La Lazio è pronta a versare 300 mila euro al Kalmar per acquistare subito Berisha, ma c’è il rischio che venga squalificato (il Chievo si rivolgerebbe subito alla Fifa). La verità si conoscerà a breve. Bizzarri, nel frattempo, attende il via libera per partire: su di lui ci sono Samp e Genoa, è stato proposto anche al Livorno. 

 

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy