CDS – Lotito: Candreva resta alla Lazio e ne prendo altri

CDS – Lotito: Candreva resta alla Lazio e ne prendo altri

Sirene inglesi per Candreva e la certezza della Lazio, decisa a trattenerlo, anzi a riscattarlo a titolo definitivo. Lotito ci ha puntato e creduto quando il fantasista stava per finire in B con il Cesena, un acquisto caldeggiato e voluto fortemente da Reja a pochi minuti dallo scadere del gong…

Sirene inglesi per Candreva e la certezza della Lazio, decisa a trattenerlo, anzi a riscattarlo a titolo definitivo. Lotito ci ha puntato e creduto quando il fantasista stava per finire in B con il Cesena, un acquisto caldeggiato e voluto fortemente da Reja a pochi minuti dallo scadere del gong del 31 gennaio 2012. Dicono sia entrato nel mirino del Manchester United di Moyes, incantato dai suoi colpi durante la Confederations Cup. Lotito non lo cederà, tratterrà tutti i suoi big, come ha ripetuto ieri pomeriggio a Taormina in collegamento con Sky Sport 24. «Il contratto di Candreva? Ora non vi dico quello che faremo con il calciatore. Abbiamo tutto l’interesse a rinforzare la squadra, non ad indebolirla. Candreva è un giocatore su cui puntiamo, uno di quelli in cui quasi nessuno credeva tranne la Lazio, come è successo anche per Lulic» . Gli agenti del centrocampista romano spingono per un adeguamento dell’ingaggio in linea con la valutazione di mercato, schizzata a 15 milioni di euro. La Lazio ha appena esercitato l’opzione di riscatto della comproprietà versando 1,7 all’Udinese per la metà del cartellino. L’estate scorsa, quando aveva rinnovato il prestito, era riuscita trovare l’accordo per il contratto di Candreva, allungato sino al 2017. E il fantasista romano aveva portato il suo accordo con l’Udinese al 2015. Lotito, se possibile, cercherà di riscattarlo subito a titolo definitivo, altrimenti aspetterà di risolvere la questione all’inizio della prossima estate, evitando di finire alle buste. Ecco perché la società biancoceleste lavorerà nei prossimi mesi per blindare in modo definitivo il contratto di Candreva, che alla Lazio si trova benissimo e si è rilanciato dopo una lunga serie di prestiti che ne avevano rallentato il percorso di crescita. Ha intenzione di restare a Formello. Chissà che il suo destino non si definisca entro fine agosto, l’Udinese aveva chiesto la disponibilità di Kozak, per adesso ancora nel reparto offensivo di Petkovic.

ATTACCO – Non è chiuso il mercato della Lazio e Lotito lo ha ammesso. Nel week-end di relax di Taormina, organizzato da Pulvirenti, non è stato raggiunto da Preziosi. Si vedranno nei prossimi giorni per formalizzare la cessione di Matuzalem. Il centrocampista brasiliano verrà riscattato per 1,5 milioni di euro. Il Genoa cerca un portiere e ha pensato anche ad Albano Bizzarri, a cui offrirebbe un biennale e un posto da titolare. Ma la Lazio non può restare senza vice Marchetti. Potrebbe nascere l’idea di uno scambio con Mattia Perin, classe ‘92 rientrato dal Pescara. Si vedrà. Sul tema Lotito ha risposto in modo evasivo. «Non c’è nessuna trattativa allo stato» . Allo stato no, domani chissà. Conoscendo bene il suo linguaggio, significa che esistono dei margini di manovra. La Lazio, però, non si fermerà. «Intendiamo perfezionare l’organico, non stravolgerlo. Nei prossimi giorni salirò in ritiro ad Auronzo di Cadore. Faremo il punto della situazione con Petkovic e con il direttore sportivo Tare, poi decideremo». Si riflette sull’attacco. Dietro a Klose, Floccari e Kozak (che chiede di partire) si sta valutando l’impatto di Rozzi, Keita e Tounkara con la prima squadra e si attende il colombiano Perea. Lotito ha bocciato l’ipotesi Matri. «Non lo abbiamo mai trattato, non è un nostro obiettivo per diversi motivi. Non credo rientri nei tre parametri che occorrono per arrivare alla Lazio» ha aggiunto riferendosi allo stipendio e alla valutazione del cartellino.

CAVANDA – Petkovic ha chiesto di sfoltire l’organico. Oggi Cavanda si presenterà a Roma per le visite mediche e domani raggiungerà il ritiro di Auronzo di Cadore. Potrebbe ancora essere utile alla causa della Lazio e l’infortunio di Pereirinha riapre alcuni interrogativi. Lotito e Tare puntano su Elseid Hysaj, nazionale albanese dell’Empoli, classe ‘94. Strada sbarrata per Cavanda, deciso ad andare via. Ci sono due richieste: per il belga-angolano si sarebbero fatte avanti Sunderland e Fulham, ma c’è distanza rispetto alla richiesta della Lazio. 

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy