CDS – Lotito: Petkovic sotto contratto e mai in dubbio

CDS – Lotito: Petkovic sotto contratto e mai in dubbio

La furia di Lotito, a qualche ora di distanza dalla notte di Trieste, s’era placata. Dopo la sconfitta con il Cagliari e la chiusura ingloriosa del campionato era nero come raramente è capitato di vederlo in uno stadio da quando guida la Lazio. L’eliminazione dall’Europa League, ma non solo. Non…

La furia di Lotito, a qualche ora di distanza dalla notte di Trieste, s’era placata. Dopo la sconfitta con il Cagliari e la chiusura ingloriosa del campionato era nero come raramente è capitato di vederlo in uno stadio da quando guida la Lazio. L’eliminazione dall’Europa League, ma non solo. Non gli era piaciuto l’atteggiamento dei suoi giocatori, una resa quasi incondizionata, e qualche muso lungo di chi era rimasto in panchina. E poi il sorpasso della Roma. Già, perché se anche l’Udinese era diventata irraggiungibile, sarebbe stato meglio finire al sesto posto e non al settimo. In novanta minuti Lotito ha perso 400 mila euro. E gli stessi soldi sono finiti nelle casse della Roma americana. Il modo peggiore per avviarsi verso il derby di Coppa Italia.

DUBBI – Lotito s’è confrontato con Petkovic e ha spedito la Lazio in ritiro a Norcia. Per ritemprarsi, per meditare, per preparare il riscatto nell’ultimo appuntamento della stagione, quello decisivo, da non sbagliare. Un giorno in meno di riposo rispetto al piano previsto e da stasera tutti in Umbria. Per ricompattarsi, per sfidare la Roma, per allontanare le tensioni. «La finale di Coppa Italia potrebbe vanificare il nostro lavoro o rendere positiva la stagione» ha spiegato Lotito ieri mattina a Milano. Gli è stato chiesto della posizione di Petkovic, chissà che anche il bosniaco non entri nel giro vorticoso di panchine scatenato dall’addio di Mazzarri. Lotito, per l’ennesima volta, lo ha blindato. «Non è in discussione, non è mai stato in dubbio. Non so se c’è interesse in altri. Comunque è sotto contratto. Anche a me nella vita piacciono tante cose» . Lotito ha sgombrato il campo da qualsiasi dubbio, che per la verità la società non ha mai avuto e che invece ha cominciato a sollevare Petkovic. E’ deluso da come sono andate certe cose negli ultimi mesi, chiederà chiarezza e garanzie per la prossima stagione, ci saranno dopo il derby molti aspetti da approfondire (nella gestione e nello staff) per creare i presupposti di una squadra ancora più forte. Argomenti da affrontare tra qualche giorno.

 

CONFERME – Come il tema caldo del mercato. Lotito ha risposto con decisione a chi gli domandava del futuro di Hernanes. «Al Milan? Non è vero, non l’hanno mai chiesto e non è sul mercato». E poi. «Io ho solo detto che allestiremo una rosa funzionale alle competizioni a cui parteciperemo, come è ovvio. Ma vogliamo rafforzare la squadra, potenziarci e raggiungere certi obiettivi. Con il sottoscritto, partendo nove anni fa una situazione drammatica, competiamo sempre per i primi posti. E abbiamo già vinto una Coppa Italia e una Supercoppa» . Il bilancio stagionale stilato da Lotito non è negativo. «Ora ci dobbiamo giocare la finale di Tim Cup e su questo siamo concentrati. Perdere significherebbe vanificare il lavoro fatto. Purtroppo in campionato abbiamo perso punti nel girone di ritorno arrivando in una posizione non idonea» . Cinque giorni al derby di Coppa Italia, cresce l’attesa, ci si augura in un clima sereno. «L’ordine pubblico? I tifosi sostengano le loro squadre con trasporto ma nel rispetto delle regole» ha sottolineato Lotito. Ha incontrato Pallotta. «Ci siamo salutati, fuori dal campo ci abbracciamo, ma siamo avversari sul campo. Vediamo chi sarà il migliore, bisogna accettare anche la sconfitta nel calcio» .

 

Corriere dello Sport
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy