CDS – Matavz in cima alla lista

CDS – Matavz in cima alla lista

Due settimane per scegliere il vice Klose, un poker di nomi in cima alla lista della Lazio, abituata a giocare su più tavoli e spesso a sorprendere puntando sul nome mai uscito. Questa volta, però, Lotito e il ds Tare aspetteranno l’ultimo giro della giostra per piazzare il colpo, possibilmente…

Due settimane per scegliere il vice Klose, un poker di nomi in cima alla lista della Lazio, abituata a giocare su più tavoli e spesso a sorprendere puntando sul nome mai uscito. Questa volta, però, Lotito e il ds Tare aspetteranno l’ultimo giro della giostra per piazzare il colpo, possibilmente alle condizioni migliori. Tim Matavz, lo sloveno del Psv Eindhoven, non è mai scomparso dai radar. L’agente Federico Pastorello è pronto a portarlo in Italia e con la Lazio sono stati numerosi i colloqui. L’ultimo incontro risale all’amichevole di Nizza del 31 luglio, quindici giorni fa. La società biancoceleste segue lo sloveno, in passato vicinissimo al Napoli e nei prossimi giorni impegnato nei preliminari di Champions di fronte al Milan. Servono 7-8 milioni per prenderlo. Fondamentale muovere il mercato in uscita con le cessioni di Kozak e Floccari, in scadenza 2014. Matavz precede di una lunghezza Matri. L’attaccante juventino piace tantissimo a Formello, ma l’assalto del Napoli è stato deciso, quasi irresistibile: 11 milioni di euro, la Juventus ha già detto sì, l’attaccante milanese ci sta pensando. La Lazio è dietro le quinte, segue gli sviluppi, tornerebbe in pista soltanto se saltasse l’accordo tra il Napoli e Matri. Lotito, però, non può arrivare alle cifre offerte da De Laurentiis: bisognerà capire, negli ultimi giorni di agosto, se può essere preso con uno sforzo di cinque-sei milioni. Resta un obiettivo assai complicato. E’ entrato di prepotenza nel mirino della Lazio l’argentino Gonzalo Bergessio, centravanti del Catania. Ha 29 anni e fame di grande calcio. L’apertura di Pulvirenti, disposto a scambiarlo con Kozak, cozzava con i tempi. Era stato posto un limite temporale dal Catania, che adesso dice di non voler più disfarsi di Bergessio. Si vedrà più avanti. Un’opzione valida resta legata al nome di Alberto Gilardino, proposto a più riprese da Preziosi. Soprattutto se partisse Floccari, diventerebbe il last minute più accreditato per la Lazio, che inizialmente non l’ha preso in considerazione per motivi anagrafici: ha già compiuto 31 anni, Tare cercava un attaccante più giovane. Ovviamente da qui alla fine del mercato usciranno tante altre candidature. Possibili outsider restano Maxi Lopez, appena rientrato al Catania, e Mauricio Pinilla, cileno del Cagliari, che piace molto al ds Tare. La società biancoceleste ha negato l’interesse per il croato Mladen Petric, 32 anni, ex Amburgo che si è appena svincolato dal Fulham.

USCITE – Molto dipenderà dal destino di Kozak e Floccari. Non trovano consistenza le indiscrezioni relative a un incontro tra Lotito e Galliani per parlare del ceco. La Lazio cede Kozak solo a titolo definitivo. Dalla Bundesliga si sono fatte avanti l’Amburgo, il Wolfsburg e il Werder Brema. In Premier lo ha cercato il Wigan. In Italia c’è la fila, ma sono tutti piccoli club e non possono arrivare agli 8 milioni richiesti da Lotito. E’ possibile anche la partenza di Floccari, in scadenza di contratto. Ha offerte in Premier. Assalto del Sunderland, ci pensano anche West Ham e Norwich. O rinnova e prolunga con la Lazio oppure potrebbe dare l’addio con un anno di anticipo.

PEREA – I dirigenti biancocelesti lavorano per sbloccare l’arrivo di Brayan Perea, preso a fine gennaio e ancora bloccato in Colombia. C’è tensione. Il Deportivo Cali freme, dopo l’acconto dell’operazione attende la prima rata di pagamento. I contratti sono firmati. Perea ha sostenuto le visite mediche, doveva arrivare dopo il Mondiale Under 20 e ha perso il ritiro di Auronzo. Sani Emmanuel s’è impuntato, vuole andare a scadenza, ha rifiutato tutte le destinazioni. La Lazio è infuriata con il piccolo nigeriano, ha perso tempo e adesso cambierà strategia per aprire un posto da extracomunitario. Lotito e Tare risolveranno il problema e Perea diventerà un giocatore della Lazio.

 

Corriere dello Sport
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy