CDS – Partita la costruzione della nuova Primavera di Bollini

CDS – Partita la costruzione della nuova Primavera di Bollini

ROMA – Si è affacciato al balcone di Formello, le braccia al cielo, baci alle groupie biancocelesti: «Tranquille, certi amori non finiscono» . E senza bisogno di tanti giri immensi, una volta tanto. La storia d’amore un po’ shakespeariana e un po’ rock tra Alberto Bollini e la Primavera della…

ROMA – Si è affacciato al balcone di Formello, le braccia al cielo, baci alle groupie biancocelesti: «Tranquille, certi amori non finiscono» . E senza bisogno di tanti giri immensi, una volta tanto. La storia d’amore un po’ shakespeariana e un po’ rock tra Alberto Bollini e la Primavera della Lazio continua, va avanti, si allunga nelle pieghe dell’eternità.

NUOVO CICLO – Non sono bastati i corteggiamenti del Gubbio, come quelli di altri club di Lega Pro, per rompere il fidanzamento. Anche nel campionato 2013/2014 Bollini gestirà la Lazio dei baby. Dopo i tanti ragazzi lanciati e rilanciati nel calcio che conta, l’allenatore ricomincerà. Non più con con Rozzi e Onazi, ormai piccoli campioni. Si ripartirà dal gruppo dei ‘95, ragazzi da plasmare, giocatori da mettere in condizione di affrontare al meglio un’annata complicata, intensa com’è il campionato Primavera. Ci sarà Strakosha, naturalmente, portiere-garanzia per la porta biancoceleste. Ci saranno i difensori Filippini e Pollace, Bianchi e Paterni. Del gruppo farà parte anche Crecco, uno dei giocatori più in vista nell’ultimo campionato. Con la maglia biancoceleste Crecco è stato protagonista di 24 partite, ma anche di un esordio in Serie A e alcune amichevoli (9) con la maglia della Nazionale Under-18. Non può certo mancare Tounkara, che con la maglia biancoceleste ha fatto cose incredibili: 11 apparizioni tra regular season e final eight condite da 3 gol. L’unico fuori quota del nuovo gruppo sarà naturalmente Antic, centrocampista classe 1994, anche per lui 11 presenze e 2 gol. Del gruppo non farà parte Catalin Tira, giovane attaccante romeno. L’attaccante ha sostenuto un provino con l’Ado Den Haag, e presto potrebbe presto debuttare nel massimo campionato olandese a titolo gratuito. Qualche giocatore verrà sistemato alla Salernitana, satellite perfetto per far crescere giocatori di valore. Via anche Vilkaitis, Serpieri, De Francesco, Ilari, calciatori che hanno dato un contributo straordinario. Tare e la società hanno promesso poi un paio di acquisti di rilievo.

NUOVI RUOLI – Alla guida degli Allievi Nazionali resterà Simone Inzaghi, uscito alle final eight di categoria con un pizzico di amarezza. Per Bollini, in futuro, si prospetta un ruolo nuovo. Il mister della Primavera, potrebbe diventare direttore del settore giovanile e supervisore dell’Academy biancoceleste quando verrà costruita. Presto, prestissimo.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy