CDS – Perea: vuole essere lui il vice di Klose

CDS – Perea: vuole essere lui il vice di Klose

FIUGGI – Tutto dipende dalla cessione di Kozak. Ha chiesto di andare via, ma la Lazio lo accontenterà solo di fronte a una buona offerta e con la sicurezza di riuscire a prendere un attaccante più forte. E poi c’è Brayan Perea in arrivo. Bisogna sistemare Emmanuel Sani all’estero per…

FIUGGI – Tutto dipende dalla cessione di Kozak. Ha chiesto di andare via, ma la Lazio lo accontenterà solo di fronte a una buona offerta e con la sicurezza di riuscire a prendere un attaccante più forte. E poi c’è Brayan Perea in arrivo. Bisogna sistemare Emmanuel Sani all’estero per aprire una casella da extracomunitario. Il ds Tare crede fortemente nel colombiano, classe ‘93, visto Mondiali Under 20 in Turchia. Lo considera un possibile nuovo Cavani, un attaccante filiforme, dotato di allungo e di passo per aprire le difese avversarie. Ma Lotito resta attento anche a come si muove il mercato: qualora si presentasse un’opportunità per migliorare il reparto offensivo, non si tirerebbe indietro. E allora la società sta valutando una serie di alternative a Kozak in base a costi, età, prospettive di inserimento in un organico molto ampio e in cui figurano diversi trequartisti. Inutile contemplare vecchi svincolati a caccia di contratti come Mladen Petric, 32 anni, ex Fulham e Amburgo. 

La Lazio non prenderà tanto per prendere, ma punterà su un giocatore in cui crede. A parte Bergessio, ecco chi possono essere gli obiettivi più credibili al momento.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy