CDS – Petkovic studia tre Lazio diverse

CDS – Petkovic studia tre Lazio diverse

Diciamolo, piace a tutti fare l’allenatore, è il passatempo preferito dal tifoso italiano. Ma le decisioni spettano a Petkovic, tecnico vero, la sua lavagna conta più di ogni altra. I tifosi fremono, tutti fremiamo, è caccia al modulo della nuova Lazio. Ogni mossa, ogni pedina posizionata qua o là fa…

Diciamolo, piace a tutti fare l’allenatore, è il passatempo preferito dal tifoso italiano. Ma le decisioni spettano a Petkovic, tecnico vero, la sua lavagna conta più di ogni altra. I tifosi fremono, tutti fremiamo, è caccia al modulo della nuova Lazio. Ogni mossa, ogni pedina posizionata qua o là fa scattare pronostici e previsioni. Giocherà così, no così. E’ presto per dirlo, servirà altro tempo. La prima uscita stagionale è stata spezzettata in tre fasi, ognuna di esse è stata affrontata con un modulo diverso. I numeri fanno già girare la testa: 3-5-2, 4-1-4-1, 4-2-3-1. E chissà quanti altri ne spunteranno da qui al 25 luglio, giorno fissato (al momento) come scadenza della prima fase del precampionato. Vlado è stato chiaro dopo la sfida disputata con l’Auronzo:

«Stiamo cercando di ripetere certi principi, alla fine del ritiro cominceremo a tirare le somme e a pianificare la squadra». Oggi possiamo solo analizzare ciò che si è visto, entrare nelle pieghe tattiche di ogni assetto, valutare gli schemi esaminando l’organico che è stato messo a disposizione del tecnico, fissare i pro e i contro senza presunzione, senza volerci atteggiare a professorini. Una cosa è assodata, il lavoro quest’anno è agevolato. Dodici mesi fa si ricominciò dall’inizio, si cambiò mentalità, il ritiro e le amichevoli estive andarono male, si registrarono sconfitte, si creò malumore, le preoccupazioni presero il sopravvento. Gli esperimenti attuali sono meno improvvisati, oggi ci sono dei punti fermi, le fondamenta sono solide, c’è un solo rimpianto: Vlado è costretto a lavorare senza Hernanes, Gonzalez e Candreva (in vacanza). Non ha Onazi (altri 10 giorni di lavoro differenziato) e Felipe Anderson (sarà in gruppo tra una ventina di giorni), sta aspettando Biglia. La nuova Lazio è un’idea, per adesso. 

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy