CDS – Petkovic torna al modulo più collaudato con Klose davanti

CDS – Petkovic torna al modulo più collaudato con Klose davanti

Prima di affrontare il tema tattico Petkovic dovrà confrontarsi a lungo con i medici e capire come stanno i suoi giocatori. Hernanes ha saltato il Cagliari perché era a rischio stiramento e doveva smaltire un affaticamento agli adduttori della coscia sinistra. Radu, che otto giorni fa si è rotto il…

Prima di affrontare il tema tattico Petkovic dovrà confrontarsi a lungo con i medici e capire come stanno i suoi giocatori. Hernanes ha saltato il Cagliari perché era a rischio stiramento e doveva smaltire un affaticamento agli adduttori della coscia sinistra. Radu, che otto giorni fa si è rotto il setto nasale ed è stato operato, soltanto sabato è tornato ad allenarsi con il gruppo e ha evitato contatti in partitella: con l’aiuto di una mascherina, con cui prenderà confidenza nel ritiro di Norcia, riuscirà a giocare il derby. Oggi alla ripresa Petkovic dovrà verificare le condizioni di Konko e Biava, sostituiti a Trieste durante il secondo tempo. Il francese è uscito a scopo precauzionale, Petkovic non lo voleva stressare dopo una settimana in cui si era allenato poco. Biava ha chiesto il cambio per un fastidio alla tibia (lo stesso che lo aveva costretto a una risonanza magnetica la scorsa settimana) e per una contusione alla caviglia. Come se non bastasse a completare il quadro, Gonzalez si trascina la fascite plantare dall’inizio di aprile e Onazi a Trieste ha viaggiato con le marce basse per un affaticamento alla coscia.

DIFESA – Più che un ritiro servirebbero massaggi, fisioterapia e riposo. Petkovic dovrà lavorare sulla testa dei suoi giocatori e ricaricare le pile in termini di energie fisiche e mentali. Dal punto di vista tattico la formazione non è mai stata in dubbio. E nonostante la vena di Floccari (che peraltro si trascina un fastidio al polpaccio), Vlado tornerà al modulo più equilibrato con una sola punta. La Lazio giocherà con il 4-1-4-1 e sulla carta, salvo imprevisti, potrebbe esserci soltanto un dubbio da sciogliere nei prossimi giorni. Petkovic ha in animo di ripresentare la difesa titolare. Konko e Radu sulle corsie esterne, Marchetti tra i pali e poi la coppia dei difensori centrali. Dovrà sceglierne due tra Biava, Dias e Cana. I primi due, se al top, sono più collaudati e affidabili. Ma l’albanese sta meglio, esprime temperamento e personalità: oggi ha una condizione migliore, è più brillante. Petkovic dovrà scegliere chi è meglio mettere in marcatura su Osvaldo.

ATTACCO – A centrocampo è fondamentale il recupero di Hernanes. Dopo qualche settimana Petkovic conta di riallestire il suo terzetto titolare con Gonzalez e il Profeta nel ruolo di interni più Ledesma in cabina di regia. Candreva e Lulic correranno sulle fasce laterali, Klose guiderà l’attacco. Mauri è annunciato in panchina. A Parma neppure è entrato, si è appena scaldato qualche minuto e Petkovic gli ha preferito Ederson. Da escludere che possa entrare in corsa per un posto da titolare, ma di sicuro potrebbe tornare utile durante una partita in cui conta l’esperienza e che dura cento minuti. Lui e Floccari, più Onazi e uno dei difensori centrali, saranno i primi cambi a disposizione di Petkovic, che si augura di rivedere una Lazio molto più tonica e scattante rispetto a Trieste.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy