CDS – Pruzzo: «Non è facile ma il tedesco è tra i migliori»

CDS – Pruzzo: «Non è facile ma il tedesco è tra i migliori»

Era dal 5 febbraio 1986 che un attaccante non segnava cinque gol tutti insieme in una sola partita. Accadde a Roberto Pruzzo, centravanti della Roma, che rifilò la cinquina al malcapitato Zaninelli, portiere dell’Avellino, nello scenario dell’Olimpico, proprio come Klose. Una goleada che ebbe un peso determinante per la conquista…

Era dal 5 febbraio 1986 che un attaccante non segnava cinque gol tutti insieme in una sola partita. Accadde a Roberto Pruzzo, centravanti della Roma, che rifilò la cinquina al malcapitato Zaninelli, portiere dell’Avellino, nello scenario dell’Olimpico, proprio come Klose. Una goleada che ebbe un peso determinante per la conquista del terzo titolo di capocannoniere in serie A. Pruzzo ancora oggi che si avvicina ai sessant’anni (portati bene) si porta dietro un soprannome che è tutto un programma: il bomber.
Pruzzo, Klose ieri ha eguagliato il suo record. Un laziale…
«Ho appena centrato una grande soddisfazione, con il Savona sono stato promosso in C1. Contro la Val d’Aosta da direttore sportivo sono andato in panchina, perchè l’allenatore e il suo secondo erano squalificati. E l’arbitro ha cacciato anche me… Ma ho sentito di Klose, ancora non sono riuscito a vedere i gol. Non è affatto facile segnare cinque gol tutti insieme. Complimenti al tedesco. Puoi essere un fuoriclasse, un campione, ma non è facile per nessuno».
Infatti ci sono voluti 27 anni per eguagliare la sua impresa
«Anche per chi è abituato a fare tanti gol è un’impresa che si ricorda nel corso degli anni. Perchè avete visto quanti ne sono passati per rifare cinque gol? Lì per lì magari sembra facile…».
Anche Klose, come lei, ha centrato la cinquina non più giovanissimo. L’esperienza conta?
«Forse c’è qualche analogia tra me e lui e un po’ di esperienza in più può servire. E ci vogliono alcuni condizionamenti favorevoli: trovare l’avversario che dorme, ritrovarsi a giocare una partita senza troppi interessi di classifica, che inevitabilmente porta a una certa deconcentrazione da parte degli avversari. Credo che contro il Bologna sia andata così».
Le piace Klose?
«E’ uno dei migliori attaccanti in circolazione, un grande centravanti, lo ha dimostrato anche in campo internazionale. Si gestisce un po’ durante la stagione, ma come mentaltià è uno dei primissimi».

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy