CDS – Radu finisce ko, frattura al naso

CDS – Radu finisce ko, frattura al naso

Uno scontro con Marchetti e Icardi, altre due scarpate in faccia in una fase successiva della partita. Non è stata una domenica tranquilla per Stefan Radu, costretto a chiedere il cambio al 18’ della ripresa. S’è rotto il naso l’ex difensore della Dinamo Bucarest e in pomeriggio è stato accompagnato…

Uno scontro con Marchetti e Icardi, altre due scarpate in faccia in una fase successiva della partita. Non è stata una domenica tranquilla per Stefan Radu, costretto a chiedere il cambio al 18’ della ripresa. S’è rotto il naso l’ex difensore della Dinamo Bucarest e in pomeriggio è stato accompagnato alla clinica Paideia dal medico sociale Roberto Bianchini, che ha assistito all’operazione. Il professor Cascone, specialista maxillo-facciale, è intervenuto per ridurre la frattura scomposta del setto nasale. Non è la prima volta che viene coinvolto per giocatori della Lazio. Cascone nell’estate 2007 intervenne per ridurre la frattura allo zigomo e alle ossa facciali di Emilson Cribari, che si era infortunato nei preliminari di Champions League. Quello era stato un intervento molto più delicato e complesso, al brasiliano vennero applicate 14 viti in faccia. Per Radu si è trattato di un intervento di routine. Stefano Salvatori, ortopedico e medico sociale della Lazio, in zona mista allo stadio Olimpico ha spiegato che già domenica prossima a Trieste con il Cagliari il terzino della Lazio potrebbe essere impiegato e scendere in campo con l’ausilio di una mascherina. Nel bollettino medico diffuso in serata dalla società biancoceleste è stato specificato che Radu oggi verrà dimesso e che «tornerà ad allenarsi, protetto da apposita mascherina, verso la fine della settimana» . Ci sarà tempo per riparlare del Cagliari, anche perché Petkovic dovrà cercare di gestire l’organico in previsione del derby di Coppa Italia. E potrebbe decidere di risparmiare Radu. Si tratta però di capire se c’è un terzino sinistro capace di sostituirlo in una partita che può valere l’ingresso in Europa League. Magari il baby Luca Crecco, ieri in panchina. Oppure Lulic se Mauri nei prossimi giorni dovesse dare risposte molto positive in allenamento e riuscisse a sfruttare l’ultima di campionato come rodaggio in vista del derby. Proiezioni future.

PROFETA – Un piccolo allarme Petkovic lo ha lanciato per Hernanes, sostituito dopo sei minuti della ripresa con Ledesma. Il Profeta si è fermato per un affaticamento muscolare agli adduttori della coscia destra. Dopo il primo tempo è rientrato nello spogliatoi avvertendo un fastidio. Ha provato a riprendere il gioco, ma si è arreso subito dopo. Lo staff medico della Lazio ha smorzato l’allarme, facendo capire di non temere un infortunio. Qualche apprensione in più ha fatto trapelare Petkovic, comunque convinto di poter recuperare tutti i suoi giocatori per il 26 maggio.

TERZINI – Ieri mancavano anche Konko e Pereirinha. Il laterale francese aveva concluso zoppicando la partita di San Siro con l’Inter. Pare abbia qualche problema al polpaccio. Lo staff medico della Lazio ha minimizzato. L’ex Genoa non è entrato nella lista dei convocati, Petkovic è convinto di averlo nel derby con la Roma, ma già con il Cagliari potrebbe essere disponibile. Era convocato Bruno Pereirinha, doveva andare in panchina (contrariamente alle ipotesi di formazione) e invece ha preso posto in tribuna Monte Mario. Si è parlato di un problema muscolare alla coscia destra spuntato dopo l’allenamento di rifinitura. Petkovic, per recuperare le energie, ha dato due giorni di riposo alla Lazio, che riprenderà la preparazione mercoledì a Formello. Questa è una settimana fondamentale per valutare, in proiezione derby, il recupero di Ederson e Mauri. Il capitano può farcela.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy