CDS – Reja ha un piano per la fascia destra…

CDS – Reja ha un piano per la fascia destra…

CORRIERE DELLO SPORT ROMA – Tutto a destra, è lì che bisognerà fare attenzione. Gervinho attaccherà da quella parte, al di là del modulo servirà un uomo pronto ad assorbire i colpi e a lanciare la controffensiva. Il nodo è Konko, ieri ha svolto lavoro differenziato, è reduce da un…

CORRIERE DELLO SPORT

ROMA – Tutto a destra, è lì che bisognerà fare attenzione. Gervinho attaccherà da quella parte, al di là del modulo servirà un uomo pronto ad assorbire i colpi e a lanciare la controffensiva. Il nodo è Konko, ieri ha svolto lavoro differenziato, è reduce da un problema muscolare. Al San Paolo fu costretto ad uscire, accusò un fastidio al polpaccio destro: contrattura al muscolo soleo, è stata questa la diagnosi. Reja spera di recuperarlo, tiene in caldo Cavanda, è la prima alternativa. Konko ha più esperienza e riesce a contraddistinguersi in fase difensiva. Cavanda è più esplosivo, può tenere il passo di Gervinho, ma in fase difensiva a volte fatica. Se s’incroceranno nascerà il derby delle treccine.

IL BALLOTTAGGIO – E’ presto per fare pronostici, per decifrare le mosse. Il piano iniziale è legato alle condizioni fisiche di Konko, alla sua disponibilità. Serve tempo per verificare lo stato di forma del francese, i suoi recuperi non si rivelano mai facili, questo non gioca certo a suo favore: «Sta continuando il protocollo specifico per la contrattura – ha detto il dottor Bianchini a Lazio Style Radio – sta migliorando, ma lentamente. Questi piccoli incrementi giornalieri ci diranno quando sarà possibile reintegrarlo nel gruppo». Konko si ferma spesso, è il suo punto debole, la sua pecca. Quando sta bene è tra i migliori nel ruolo, il suo apporto però è limitato. Konko riuscì a recuperare per il match con la Juve, serviva un cursore a sinistra, si pensò a lui. Siamo di nuovo al punto di partenza, è finito ai box dopo il match di Coppa Italia, il suo rientro non è sicuro. La fascia destra sarà strategica, la Roma da quel lato lancerà assalti continui con Gervinho, non è una scoperta. Konko o Cavanda, lo spazio di manovra è ristretto. Il belga è un titolare, non è una semplice alternativa. Le assenze di Konko gli permettono di trovare spazio, di giocare con continuità rispetto al passato. Ha il passo giusto per contrastare Gervinho e puntarlo, deve migliorare in fase difensiva. L’esplosività lo aiuta quando è l’ora di attaccare, difetta in precisione, spesso perde palla e mette a dura prova le coronarie di Reja e dei compagni.

 

GONZALEZ – C’è una terza via, chiamerebbe in causa Gonzalez. Ha giocato da esterno più volte in passato, a destra si trova a suo agio. E’ un centrocampista, è un lottatore, non è un cursore puro. Il Tata non s’è mai tirato indietro, ha sempre dato la sua disponibilità. Ha un neo: da mesi fatica a trovare la condizione fisica necessaria per sprintare alla sua maniera. Reja sa di avere una carta in più a disposizione, non la scarterà a priori, la terrà pronta in caso di bisogno. Il furlan ha ritrovato la squadra ieri pomeriggio a Formello, per oggi ha previsto una doppia seduta di lavoro. Nel derby non ci sarà Biglia (squalificato), rimarrà ai box Helder Postiga, è reduce da una contrattura (polpaccio destro), sarà a disposizione tra una settimana. A Formello si è presentato Gael Kakuta, l’esterno offensivo proveniente dal Chelsea, ha conosciuto i compagni. E’ recuperato Ciani, aveva saltato la gara di Verona per una contusione. Le prove tattiche entreranno nel vivo nelle prossime ore. Il 3-4-2-1 ha dato risultati, ha portato punti, ha generato la rimonta europea. Edy potrebbe ripuntarci, deciderà al momento opportuno, dopo aver vagliato la condizione dei suoi uomini e aver studiato in modo approfondito i piani di Garcia. Il derby degli scacchi sta per iniziare.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy